I migliori talenti del calcio mondiale: Leonardo Campana

0

Come ogni venerdì SpazioCalcio.it presenta uno dei principali giovani talenti a livello internazionale: oggi è un omaggio all’Ecuador fresco campione del Sudamericano Sub-20, con l’attaccante Leonardo Campana.

Nome: Leonardo Campana Romero
Data di nascita: 24 luglio 2000
Nazionalità: ecuadoriana
Ruolo: attaccante
Squadra: Barcelona Guayaquil

Non ha ancora debuttato da professionista con una squadra di club, eppure Leonardo Campana ha già fatto parlare – e non poco – di sé. L’attaccante classe 2000 è stato il capocannoniere del Sudamericano Sub-20 giocato nelle scorse settimane in Cile, con sei gol in nove presenze davanti a Nicolás Schiappacasse, appena preso dal Parma (vedi articolo) che si è fermato a quota quattro. Non solo classifica marcatori però: ha aiutato anche l’Ecuador a conquistare il torneo contro ogni pronostico, perché prima che cominciasse la manifestazione nessuno avrebbe potuto pensare a un exploit del genere e invece, col passare delle partite, anche grazie ai gol di Campana il sogno si è trasformato in realtà. Spesso di rapina le sue marcature, a dimostrare doti da punta vera che sa farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, e la curiosità è che pur essendo alto 187 centimetri e avendo una stazza discreta (ma deve aumentare un po’ la massa muscolare) non ha fatto neanche un gol di testa. È nel settore giovanile del Barcelona Guayaquil, ma la sensazione è che ci rimarrà ben poco: intanto potrebbe debuttare da professionista col suo club a breve, ma in estate si preannuncia già un’asta con club anche europei (in Italia è stato accostato a Inter, Milan e Napoli).

Sbloccatosi alla seconda giornata, con un destro a incrociare valso il momentaneo pareggio nella sconfitta per 3-1 con l’Uruguay, Campana ha poi trovato un gol fantasma due turni più tardi nella vittoria col Perù. L’Ecuador ha vinto sì il Gruppo B, ma con altri giocatori che si erano messi in mostra a livello di trascinatori (l’esterno Alexander Alvarado e il trequartista Jordan Rezabala su tutti), poi però nell’Hexagonal finale è stato il centravanti a prendersi la scena già dalla prima partita, quando ha avviato la rimonta sull’Argentina con un tocco sottomisura. Con la Colombia Campana ha risolto la partita sull’ultimo pallone, al 95′, sfruttando un’incursione di un compagno con la palla lasciata scoperta al limite dell’area e a porta vuota, poi il capolavoro contro il Venezuela: doppietta, la prima, con un rigore e soprattutto un gol favoloso, dove ha prima cercato la rovesciata (non riuscita) e poi da terra è riuscito lo stesso in acrobazia a trovare una coordinazione prodigiosa, soprattutto per un giocatore del suo fisico. Campana è la nuova stella di un Ecuador che ha ritrovato la ribalta internazionale dopo alcuni anni bui (ha mancato la qualificazione ai Mondiali nonostante avesse iniziato il girone in maniera molto positiva), è un 2000 e ha appena iniziato la sua carriera ma le sensazioni che possa andare molto lontano ci sono tutte.

[Immagine presa da eltelegrafo.com.ec]

LE PRECEDENTI SCHEDE – STAGIONE 2018-2019

Nicolas Pépé
Reinier Jesus Carvalho
Jovane Cabral
Jacob Bruun Larsen
Declan Rice
Hamed Junior Traoré
Samuel Chukwueze
Weston McKennie
Alessandro Bastoni
Aleksandr Maksimenko
Carles Aleñá
Christian Kouamé
Éder Militão
Nicolò Zaniolo
Sandro Tonali
Fëdor Chalov
Phil Foden
Luka Jović
Luca Pellegrini
Manu García
Exequiel Palacios
Sander Berge
Marcelo Saracchi
Steven Bergwijn
Andriy Lunin
Mattéo Guendouzi
Joaquín Ardaiz
Mason Mount
Callum Hudson-Odoi
Francisco Trincão