Jonathan Ikoné Lille

Settimana di pausa per i campionati con impegnate le nazionali per la prima giornata delle Qualificazioni agli Europei 2020. Non si fermano, invece, le schede sui migliori giovani del calcio mondiale di SpazioCalcio, che oggi vi presentano Jonathan Ikoné, protagonista nella grande stagione del Lille.

Nome: Nanitamo Jonathan Ikoné
Data di nascita: 2 maggio 1998
Nazionalità: francese
Ruolo: centrocampista
Squadra: Lille

Una delle più grandi sorprese a livello europeo quest’anno è sicuramente il Lille, issatosi con costanza al secondo posto in Ligue 1, alle spalle solamente dell’irraggiungibile Paris Saint-Germain e davanti a squadre ben più quotate come il Lione, giunto agli ottavi di finale di Champions League. La stagione della squadra dell’Alta Francia è ancora più sorprendente se si pensa che nella passata annata, iniziata con Marcelo Bielsa, la squadra aveva rischiato addirittura la retrocessione prima dell’arrivo di Christophe Galtier che l’ha portata al diciassettesimo posto con un solo punto di vantaggio sul Tolosa che ha dovuto giocarsi il play-out. Crescita dovuta anche al mercato estivo, dove è arrivato tra gli altri Jonathan Ikoné dal PSG per una cifra intorno ai cinque milioni di euro. Il nativo di Bondy è stato uno dei sacrificati del club parigino sull’altare del Fair Play Finanziario, dopo una stagione e mezza in prestito al Montpellier dove aveva dimostrato buone qualità ma poca continuità, anche perché l’allenatore Michel Der Zakarian non gli aveva mai trovato un ruolo definito sul terreno di gioco. Al Lille ha, invece, trovato la sua giusta dimensione con ventinove presenze in ventinove giornate, di cui ventisei da titolare, oltre alla conquista di un posto piuttosto stabile tra i convocati della Francia under-21, con cui ha segnato uno splendido gol su punizione ieri contro i pari età della Germania.

Ikoné è cresciuto soprattutto da quando Galtier l’ha impostato stabilmente come trequartista centrale nel 4-2-3-1, con comunque possibilità di muoversi per tutto il reparto offensivo, che comprende come ala destra Nicolas Pépé (vedi la sua scheda). Mancino, è dotato di qualità tecniche decisamente sopra la norma, con grande facilità soprattutto nel dribbling, grazie al quale riesce a creare superiorità numerica con continuità notevole. Ciò che stona finora sono le sue medie realizzative, tanto che in questa stagione ha segnato soltanto due reti (stesso risultato della passata annata). Dato abbastanza incredibile se si pensa che si tratta di un giocatore con notevoli qualità balistiche anche dalla lunga distanza, come dimostrato splendidamente nel gol fatto contro il Nantes lo scorso 22 settembre.

A livello fisico si tratta di un giocatore difficile da spostare perché dotato di grande forza nelle gambe e con una facilità disarmante negli strappi palla al piede per spezzare le linee avversarie. Ikoné è un elemento sicuramente interessante con margini di crescita difficili da prevedere ed un valore che potrebbe crescere in maniera esponenziale soprattutto nella prossima stagione in caso di qualificazione in Champions League, in cui ha già esordito con la maglia del PSG nel settembre del 2016, e se riuscirà a migliorare la propria capacità di incidere nell’area di rigore avversaria.

[Immagine presa da twitter.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE – STAGIONE 2018-2019

Sebastiano Esposito
Mykola Shaparenko
Noussair Mazraoui
Leonardo Campana
Nicolas Pépé
Reinier Jesus Carvalho
Jovane Cabral
Jacob Bruun Larsen
Declan Rice
Hamed Junior Traoré
Samuel Chukwueze
Weston McKennie
Alessandro Bastoni
Aleksandr Maksimenko
Carles Aleñá
Christian Kouamé
Éder Militão
Nicolò Zaniolo
Sandro Tonali
Fëdor Chalov
Phil Foden
Luka Jović
Luca Pellegrini
Manu García
Exequiel Palacios
Sander Berge
Marcelo Saracchi
Steven Bergwijn
Andriy Lunin
Mattéo Guendouzi
Joaquín Ardaiz
Mason Mount
Callum Hudson-Odoi
Francisco Trincão