L’edizione di Natale della rubrica sui migliori giovani talenti del calcio mondiale parla di Brendan Galloway, terzino sinistro dell’Everton che in questa prima parte di stagione ha trovato parecchio spazio.

 

Nome: Brendan Joel Zibusiso Galloway
Data di nascita: 17 marzo 1996
Nazionalità: inglese
Ruolo: difensore
Squadra: Everton

Il lungo infortunio di Leighton Baines, rimasto fuori sette mesi per un serio problema alla caviglia che l’ha costretto a due operazioni chirurgiche, sembrava essere un grosso problema per l’Everton, reduce da una stagione piuttosto scadente e con la necessità di ritornare ai fasti di un tempo. La prolungata assenza di uno dei giocatori più continui degli ultimi anni, non solo dei Toffees ma di tutta Europa, ha portato il manager Roberto Martínez a guardarsi intorno per cercare un’alternativa: l’altro terzino sinistro di ruolo, il costaricense Bryan Oviedo, è stato tartassato dagli infortuni negli ultimi due anni, perciò la scelta è ricaduta su un giovane diciannovenne nato in Zimbabwe ma trasferitosi in Inghilterra all’età di sei anni, Brendan Galloway. La minima esperienza maturata nelle ultime due giornate della Premier League 2014-2015 non poteva essere indicativa, il quadro di questa prima parte di stagione invece sì: titolare in quattordici partite su quindici, prima del ritorno di Baines il 12 dicembre contro il Norwich City, Galloway non ha fatto rimpiangere il suo illustre compagno di reparto, provvedendo a mantenere alto lo standard di rendimento sulla fascia e aiutare il club della metà blu di Liverpool a rientrare nella prima metà della classifica, perdendo solo con le big Arsenal, Manchester City e Manchester United. Con la squadra Under-21 aveva giocato principalmente da difensore centrale, segno che ha le conoscenze tattiche per poter coprire, ma è quando si lancia sulla fascia che dà il meglio di sé, perché è un giocatore molto atletico capace di accompagnare la manovra offensiva della sua squadra partendo da dietro, una delle caratteristiche principali dell’Everton degli ultimi anni, che oltre a Baines può contare su Seamus Coleman nella fascia opposta. Cresciuto nel Milton Keynes Dons, è stato portato a Liverpool nel 2014 e le sue ottime prestazioni gli sono valse a inizio dicembre il rinnovo di contratto fino al 30 giugno 2020, segno che la società crede su di lui e ritiene che possa diventare un titolare in pianta stabile. Il ritorno a pieno regime di Baines l’ha inevitabilmente fatto finire in panchina nelle ultime due partite, ma ora avrà tutto il tempo per imparare da uno dei migliori terzini sinistri al mondo e farsi trovare pronto quando verrà chiamato nuovamente in causa.

[Immagine presa da skysports.com]

LE PRECEDENTI SCHEDE

Breel Embolo
Mahmoud Dahoud
Matheus Pereira
Ondrej Duda
Andrija Zivkovic
Ruben Loftus-Cheek
Sebastián Driussi
Ante Coric
Dória
James Ward-Prowse
Anwar El Ghazi
Bruma
Pierre-Emile Højbjerg