Il ritorno dopo un mese della Copa Libertadores per il gran finale con le partite decisive è stato caratterizzato dalle vittorie per 2-0 delle squadre di casa, Olimpia Asunción e Newell's Old Boys, che la prossima settimana cercheranno di difendere l'importante vantaggio conquistato in queste gare di andata per accedere all'atto finale della competizione principale del Sudamerica.

 

OLIMPIA ASUNCIÓN – INDEPENDIENTE SANTA FE 2-0 – 66' rig. Miranda, 81' J. C. Ferreyra: fattore campo rispettato al Defensores del Chaco, dove i paraguayani dell'Olimpia hanno avuto la meglio sull'Independiente Santa Fe portandosi avanti nel doppio confronto. Nel primo tempo sostanziale dominio della formazione locale, l'episodio che ha cambiato la gara è arrivato poco prima dell'intervallo quando Gerardo Bedoya e Juan Manuel Salgueiro sono stati espulsi per reciproche scorrettezze (per il primo si tratta della quarantaduesima espulsione in carriera, un record che persino Montero invidia). A metà ripresa Alejandro Silva, con un inserimento centrale, si procura un calcio di rigore (fallo di Camilo Vargas, che era stato superato dal pallone e ha alzato la gamba colpendo l'avversario) che Herminio Miranda realizza, nel finale arriva anche il raddoppio a opera di Juan Carlos Ferreyra, su assist ancora di Silva, che riesce a segnare nonostante sia infortunato e abbia giocato solo nel secondo tempo per necessità vista l'espulsione di Salgueiro (infatti poco dopo il gol viene sostituito).

NEWELL'S OLD BOYS – ATLÉTICO MINEIRO 2-0 – 62' M. Rodríguez, 81' Scocco: partidazo a Rosario, in quella che viene considerata la "finale anticipata" della Copa Libertadores, fra le due squadre migliori che si sono viste in questa prima metà del 2013 in Sudamerica. Tante occasioni ma zero gol nel primo tempo, bravo il portiere del Galo Victor in avvio su Maxi Rodríguez e Ignacio Scocco (curiosamente saranno i due marcatori nella ripresa), bene anche l'altro estremo difensore, Guzmán, in uscita su Bernard, lanciato a rete da un assist geniale di Ronaldinho, oggetto di numerosi sputi al momento della battuta dei calci d'angolo. La situazione si sblocca all'ora di gioco, un corner ribattuto finisce dalle parti di Víctor Figueroa che crossa in mezzo dove c'è solissimo Maxi Rodríguez che di testa non può sbagliare, lo stesso ex Atlético Madrid e Liverpool potrebbe raddoppiare ma il palo e un salvataggio sulla linea nella stessa azione gli negano il bis; annullato l'1-1 a Jô per dubbia posizione di fuorigioco. A dieci minuti dalla fine perla del fenomeno Ignacio Scocco che su punizione da trenta metri supera lateralmente la barriera e batte Victor, facendosi perdonare il rigore sbagliato sabato scorso nella finale di campionato contro il Vélez.

PREVIEW: tra poco meno di una settimana si sapranno i nomi delle due finaliste, nella notte fra martedì e mercoledì a Bogotá l'Independiente Santa Fe cercherà di ribaltare il 2-0 dell'andata contro l'Olimpia, ventiquattro ore dopo (calcio d'inizio sempre alle 2.50 italiane) sarà la volta di Atlético Mineiro-Newell's a Belo Horizonte.

[Immagine presa da tuttosport.com]