UFFICIALE: Marco Brunelli nuovo direttore generale FIGC

0

È Marco Brunelli il sostituto di Michele Uva come direttore generale della FIGC: già annunciato martedì dal presidente Gabriele Gravina (vedi articolo) ha ricevuto la nomina oggi, mentre la Lega Serie A sceglieva al suo posto Luigi De Siervo (vedi articolo).

“La Federazione Italiana Giuoco Calcio comunica che Marco Brunelli sarà il nuovo Direttore Generale. L’ex Amministratore Delegato e DG della Lega Serie A ha raggiunto un accordo con la FIGC e, una volta intervenuta la modifica statutaria per l’adeguamento ai principi informatori del CONI, assumerà la carica di Segretario Generale.

«Apprezzo la professionalità e le qualità umane di Marco Brunelli – dichiara il presidente della FIGC Gabriele Gravinaper questo sono felice che abbia accettato la mia proposta con entusiasmo. Sono convinto sia la persona giusta per contribuire a dare piena attuazione alle riforme che abbiamo iniziato a realizzare. Il suo curriculum e la profonda conoscenza del mondo professionistico creerà un ponte straordinario per rafforzare il rapporto tra FIGC e Lega di Serie A».

«Sono orgoglioso della proposta del presidente Gravina – afferma Marco Brunelli – perché rappresenta una sfida professionale impegnativa e, al tempo stesso, stimolante e affascinante. Per chi lavora nel mondo del calcio da tanto tempo, infatti, poter dare il proprio contributo alla FIGC costituisce un privilegio. Desidero ringraziare il presidente federale e tutta la Lega Serie A, che mi ha permesso di crescere professionalmente e umanamente per ventuno anni».

Formatosi professionalmente a Nomisma, Marco Brunelli è Segretario della Lega Nazionale Professionisti dal 2004 al 2010 e nello stesso anno è stato nominato Direttore Generale della Lega Serie A. Carica alla quale nel 2018 ha aggiunto quella di Amministratore Delegato. Già membro di diverse Commissioni UEFA e FIFA, è Direttore del Master Internazionale in Management strategico delle organizzazioni, degli eventi e degli impianti sportivi delle Università di Parma e San Marino”.

[Fonte: figc.it]

[Immagine presa da figc.it]