Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus Scommesse del 100% fino a 70€ Info Bonus
Betway Fino a 100€ Bonus Benvenuto Scommesse sul Primo Deposito Info Bonus
Casinomania Bonus Scommesse del 100% fino a 50€ Info Bonus
888sport Bonus Sport del 100% fino a 25€ sulla Prima Ricarica Info Bonus
SNAI Bonus Sport 300€ + Bonus Casino 300€ Info Bonus
William Hill Triplo Bonus Scommesse da 300€ – Codice: ITA300 Info Bonus
José Mourinho

In un’intervista al programma “Gillette Soccer Saturday” di Sky Sports UK José Mourinho, manager del Manchester United, ha criticato duramente il calendario internazionale voluto dalla FIFA, facendo notare l’inutilità delle amichevoli fra nazionali che obbligano i campionati per club a una sosta nel momento decisivo della stagione.

Questo il suo pensiero: «Sono completamente contro le partite amichevoli, ritengo che questi incontri per le nazionali abbiano un senso soltanto prima delle fasi finali dei tornei. Qualche settimana prima dell’inizio di Europei o Mondiali contano qualcosa, ma in mezzo alla stagione assieme alle partite di qualificazione non credo servano. Oltretutto non si tratta nemmeno di gare di grande interesse, non mi piacciono. Non voglio essere critico perché magari un giorno allenerò una nazionale ma abbiamo perso cinque giocatori, mentre il West Bromwich ne aveva solo uno e ha avuto il tempo di riposarsi e preparare la partita contro di noi, sarà dura».

José Mourinho rilancia una critica che nel tempo ha trovato molti pareri dello stesso tipo sia da parte dei tifosi, quasi sempre annoiati dalla sosta per le nazionali e poco interessati a vedere partite del genere, sia da parte degli altri allenatori, che ogni volta che vedono i propri giocatori convocati dalle rispettive selezioni (specialmente quando si tratta di dover fare viaggi lunghi, come per le qualificazioni asiatiche o sudamericane) cominciano a lamentarsi dell’alto numero di date che la FIFA impone nel corso dell’anno, con dieci partite ufficiali o amichevoli da disputarsi nell’arco di cinque finestre (marzo, giugno, settembre, ottobre e novembre). Purtroppo per Mourinho, e per chi la pensa come lui, la FIFA ha già stabilito con largo anticipo il calendario internazionale fino al 2024, perciò è difficile che possa esserci una modifica a breve e il problema si ripresenterà in occasione di ogni pausa per le nazionali, anche perché in queste date i club non possono opporsi al rilascio dei giocatori. Il caso dell’infortunio di Marko Pjaca della Juventus, che si è rotto il ginocchio in un’amichevole di scarso profilo fra Estonia e Croazia, è solo uno degli esempi recenti di come oggettivamente le sue parole abbiano un fondo di verità.

[Immagine presa da manutd.com]