Morte Daniele Belardinelli, sale il numero degli indagati dopo Inter-Napoli

0

A quasi due settimane da Inter-Napoli, posticipo della diciottesima giornata di Serie A, non sono ancora chiare le responsabilità per la morte di Daniele Belardinelli, ucciso negli scontri che hanno preceduto la partita. Le indagini in corso hanno portato all’aumento del numero degli indagati per omicidio volontario.

È salito a ventitré il numero delle persone indagate per omicidio volontario e rissa aggravata nell’inchiesta che sta proseguendo a Milano sui fatti relativi al prepartita di Inter-Napoli, con gli scontri avvenuti a circa un’ora dal calcio d’inizio del match della penultima giornata del girone d’andata di Serie A che hanno portato alla morte di Daniele Belardinelli. Lo riporta l’ANSA, che aggiunge di come si tratti di tifosi sia dell’Inter sia del Napoli, identificati e accusati del reato citato in precedenza per poter svolgere tutti gli accertamenti del caso: si cerca chi ha investito Belardinelli, pare siano state due auto e in una seconda, sequestrata a Napoli, sarebbero state riscontrate delle ammaccature per cui bisognerà verificare se compatibili con la dinamica dello scontro.