Bookmaker Bonus Benvenuto Visita
Betnero Bonus sulle Multiple del 300% Info Bonus
Betway 20€ Bonus Benvenuto Scommesse su 2 depositi + 5€ Ogni Settimana Info Bonus
Casinomania Fino a 75€ Bonus Scommesse Rilasciati a Scaglioni di 5€ Info Bonus
888sport Bonus Benvenuto Scommesse fino a 100€ – Codice: ITALIA Info Bonus
SNAI 5 euro gratis + fino a 300€ sul primo deposito Info Bonus
William Hill 35€ Subito + 200€ Sul Primo Deposito – Codice: ITA235 Info Bonus
Allianz Stadium Juventus

La Juventus ha completato l’offerta in opzione per l’aumento di capitale lanciato nelle scorse settimane: su duecento milioni di euro sottoscritto il 97,6% delle azioni, per un valore di centonovantacinque milioni di euro.

Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”) rende noti i risultati dell’offerta in opzione di massime n. 126.373.938 azioni ordinarie Juventus di nuova emissione (le “Nuove Azioni”), rivenienti dall’aumento di capitale sociale in opzione, a pagamento, deliberato dall’Assemblea degli Azionisti, in sede straordinaria, in data 23 novembre 2023 e i cui termini e condizioni definitivi sono stati fissati dal Consiglio di Amministrazione in data 7 marzo 2024 (l’“Aumento di Capitale”). Durante il periodo di offerta in opzione, iniziato l’11 marzo 2024 e conclusosi in data odierna, 27 marzo 2024 (il “Periodo di Opzione”), sono stati esercitati n. 246.628.440 diritti di opzione per la sottoscrizione di n. 123.314.220 Nuove Azioni, pari a circa il 97,6% del totale delle Nuove Azioni offerte, per un controvalore pari a € 195.083.096,04. L’azionista di maggioranza

EXOR N.V. (“EXOR”) ha sottoscritto le Nuove Azioni pro quota in relazione alla propria partecipazione. I rimanenti n. 6.119.436 diritti di opzione non esercitati durante il Periodo di Opzione (i “Diritti Inoptati” o i “Diritti”), che danno diritto alla sottoscrizione di massime n. 3.059.718 Nuove Azioni, corrispondenti a circa il 2,4% del totale delle Nuove Azioni, saranno offerti in Borsa da Juventus, per il tramite di UniCredit Bank GmbH, Succursale di Milano, ai sensi dell’art. 2441, comma 3, del Codice Civile, nelle sedute del 3 aprile 2024 e 4 aprile 2024, salvo chiusura anticipata dell’offerta in caso di vendita integrale dei Diritti (l’“Offerta in Borsa”). Nell’ambito dell’Offerta in Borsa i Diritti saranno offerti sul mercato regolamentato Euronext Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Euronext Milan”), con codice ISIN IT0005585119.

Nella prima seduta sarà offerto l’intero quantitativo dei Diritti Inoptati e nella seduta successiva saranno offerti i Diritti eventualmente non collocati nella seduta precedente. I Diritti Inoptati attribuiscono il diritto alla sottoscrizione delle Nuove Azioni al prezzo di € 1,582 cadauna, nel rapporto di n. 1 Nuova Azione ogni n. 2 Diritti acquistati. L’esercizio dei Diritti Inoptati acquistati nell’ambito dell’Offerta in Borsa e, conseguentemente, la sottoscrizione delle Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. (denominazione legale di Euronext Securities Milan e, nel prosieguo, “Monte Titoli”) (i) entro e non oltre il 4 aprile 2024, con valuta in pari data, nel caso in cui l’Offerta in Borsa si chiuda anticipatamente a seguito della vendita integrale dei Diritti Inoptati nella seduta del 3 aprile 2024, o (ii) entro e non oltre il 5 aprile 2024, con valuta in pari data, nel caso in cui l’Offerta in Borsa si chiuda il 4 aprile 2024. Le Nuove Azioni sottoscritte entro la fine dell’Offerta in Borsa saranno accreditate sui conti degli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli al termine della giornata contabile dell’ultimo giorno di esercizio dei Diritti Inoptati con disponibilità in pari data. Si ricorda che il socio di maggioranza EXOR si è impegnato a sottoscrivere e liberare, al prezzo di sottoscrizione, le Nuove Azioni che non dovessero essere sottoscritte al termine dell’Offerta in Borsa. Citigroup e Unicredit agiscono quali joint global coordinator nell’ambito dell’Aumento di Capitale.
PUBBLICITÀ

Il prospetto relativo all’offerta e all’ammissione alle negoziazioni su Euronext Milan delle Nuove Azioni, unitamente all’avviso contenente le informazioni relative al prezzo di offerta e le ulteriori informazioni connesse all’offerta, sono disponibili sul sito internet della Società (www.juventus.com; sezione Club, Investitori, Bilanci e Prospetti, Operazioni Straordinarie) nonché presso la sede legale della Società in Torino, Via Druento 175. Si segnala, infine, che in data 29 marzo 2024 verrà pubblicato, ai sensi dell’art. 89 del regolamento approvato con delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modificato ed integrato, sul quotidiano “La Stampa” un avviso, analogo al presente comunicato, contenente l’indicazione del numero dei Diritti Inoptati da offrire in Borsa ai sensi dell’articolo 2441, comma 3, del Codice Civile e delle date delle riunioni in cui l’Offerta in Borsa sarà effettuata.

Il presente comunicato e le informazioni ivi contenute non includono o costituiscono un’offerta di vendita di strumenti finanziari, o una sollecitazione di un’offerta ad acquistare strumenti finanziari. Qualsiasi offerta al pubblico sarà condotta in Italia e nello Spazio Economico Europeo sulla base di un prospetto informativo approvato dalle competenti autorità, in conformità alle applicabili disposizioni normative e regolamentari. Nessuna offerta di vendita di strumenti finanziari o sollecitazione di un’offerta di acquistare strumenti finanziari sarà condotta negli Stati Uniti, in Australia, in Canada o in Giappone nonché in qualsiasi altro Paese in cui tale offerta o sollecitazione sarebbe soggetta all’autorizzazione da parte di autorità locali o comunque vietata ai sensi di legge (gli “Altri Paesi”). Il presente comunicato, parte di esso o la sua distribuzione non possono costituire la base di, né può essere fatto affidamento sullo stesso rispetto a, un eventuale accordo o decisione di investimento. Gli strumenti finanziari non sono stati e non saranno registrati negli Stati Uniti ai sensi dello United States Securities Act of 1933, come successivamente modificato (il “Securities Act”), o ai sensi delle leggi vigenti negli Altri Paesi. Gli strumenti finanziari non possono essere offerti o venduti negli Stati Uniti, salvo che gli stessi siano registrati ai sensi del Securities Act o in presenza di un’esenzione dalla registrazione ai sensi del Securities Act. Juventus non intende registrare alcuna parte dell’offerta negli Stati Uniti. Il presente comunicato non costituisce né un’offerta di vendita né una sollecitazione ad acquistare o sottoscrivere strumenti finanziari. Il presente comunicato è stato predisposto sul presupposto che qualsiasi offerta di strumenti finanziari cui lo stesso faccia riferimento nel Regno Unito e in qualsiasi Stato membro dello Spazio Economico Europeo (“SEE”) soggetto al Regolamento Prospetto (ciascuno, uno “Stato Membro Rilevante”) sarà effettuata sulla base di un prospetto approvato dall’autorità competente e pubblicato in conformità a quanto previsto dal Regolamento Prospetto (l’“Offerta Pubblica Consentita”) e/o ai sensi di un’esenzione dal requisito di pubblicazione di un prospetto per offerte di strumenti finanziari prevista dal Regolamento Prospetto. Conseguentemente, chiunque effettui o intenda effettuare un’offerta di strumenti finanziari in uno Stato Membro Rilevante diversa dall’Offerta Pubblica Consentita può farlo esclusivamente laddove non sia previsto alcun obbligo per la Società di pubblicare rispettivamente un prospetto ai sensi dell’articolo 1 o dell’articolo 3 del Regolamento Prospetto o integrare un prospetto ai sensi dell’articolo 23 del Regolamento Prospetto, in relazione a tale offerta. L’espressione “Regolamento Prospetto” indica il Regolamento (UE) 2017/1129 (tale Regolamento e le relative modifiche, unitamente a qualsiasi atto delegato e misura di attuazione) e il Regolamento (UE) 2017/1129 in quanto trasposto nella legge nazionale del Regno Unito in forza dello European Union (Withdrawal) Act del 2018 (il “EUWA”). Il presente documento non costituisce un prospetto ai sensi del Regolamento Prospetto. Un prospetto predisposto ai sensi del Regolamento Prospetto potrebbe essere pubblicato in futuro ai fini di un’offerta pubblica promossa esclusivamente in Italia e/o nello Spazio Economico Europeo. Gli investitori non dovrebbero sottoscrivere alcuno strumento finanziario di cui al presente documento se non sulla base delle informazioni contenute nel relativo prospetto.

Esclusivamente ai fini dei requisiti di governance dei prodotti previsti: (a) nella Direttiva 2014/65/UE sui mercati degli strumenti finanziari, come successivamente modificata (“MiFID II”); (b) negli articoli 9 e 10 della Direttiva delegata (UE) 2017/593 della Commissione che integra la MiFID II; (c) nelle misure di recepimento nazionali; (insieme le lettere (a)-(c), i “Requisiti di governance del prodotto MiFID II”), e declinando ogni responsabilità, sia essa derivante da illecito, contratto o altro, che qualsiasi “produttore” (ai fini dei Requisiti di governance del prodotto MiFID II) possa avere in relazione ad essi, i diritti di sottoscrizione (i “Diritti di Opzione”) e le nuove azioni ordinarie (le “Nuove Azioni”) sono stati sottoposti a un processo di approvazione del prodotto, che ha stabilito che le Nuove Azioni sono: (i) compatibili con un mercato target finale di investitori al dettaglio e di investitori che soddisfano i criteri di clienti professionali e di controparti qualificate, come definiti nella MiFID II; e (ii) idonee alla distribuzione attraverso tutti i canali di distribuzione consentiti dalla MiFID II (la “Valutazione del Target Market”). Qualsiasi persona che successivamente offra, venda o raccomandi i Diritti di Opzione e le Nuove Azioni (un “distributore”) dovrebbe prendere in considerazione le Valutazioni del Target Market del produttore; tuttavia, un distributore soggetto ai Requisiti di Governance del Prodotto MiFID II è responsabile di intraprendere la propria valutazione del Target Market in relazione ai Diritti e alle Nuove Azioni (adottando o perfezionando le Valutazioni del Target Market del produttore) e di determinare i canali di distribuzione appropriati. Nonostante la Valutazione del Target Market, i distributori devono tenere presente che: il prezzo dei Diritti di Opzione e delle Nuove Azioni (come definito nel materiale d’offerta) può diminuire e gli investitori potrebbero perdere tutto o parte del loro investimento; i Diritti e le Nuove Azioni non offrono alcun reddito garantito e alcuna protezione del capitale; un investimento nei Diritti di Opzione e nelle Nuove Azioni è compatibile solo con investitori che non necessitano di un reddito garantito o di una protezione del capitale, che (da soli o in collaborazione con un consulente finanziario o di altro tipo) sono in grado di valutare i meriti e i rischi di tale investimento e che dispongono di risorse sufficienti per essere in grado di sopportare le eventuali perdite che ne potrebbero derivare. La Valutazione del Target Market non pregiudica i requisiti di eventuali restrizioni contrattuali, legali o regolamentari alla vendita in relazione all’Offerta. Inoltre, si fa presente che, nonostante la Valutazione del Target Market, ciascun joint global coordinator procurerà esclusivamente investitori che soddisfino i criteri di clienti professionali e controparti idonee. A scanso di equivoci, la Valutazione del Target Market non costituisce: (a) una valutazione dell’idoneità o dell’adeguatezza ai fini della MiFID II; o (b) una raccomandazione a qualsiasi investitore o gruppo di investitori di investire, o acquistare, o intraprendere qualsiasi altra azione in relazione ai Diritti di Opzione e alle Nuove Azioni. Ogni distributore è responsabile della valutazione del proprio mercato di riferimento in relazione ai Diritti di Opzione e alle Nuove Azioni e della determinazione dei canali di distribuzione appropriati. I joint global coordinator, le relative collegate o alcuno dei rispettivi amministratori, dirigenti o dipendenti declinano ogni responsabilità (sia per negligenza o altro) derivanti da, e non rilasciano, alcuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, in merito alla verità, accuratezza o completezza delle informazioni contenute nel presente comunicato stampa o qualsiasi altra informazione relativa alla Società, alle sue controllate o società collegate, o per qualsiasi perdita derivante dall’utilizzo del presente comunicato o dal suo contenuto o in connessione con esso. Nessun soggetto diverso dalla Società sarà considerato quale cliente dei joint global coordinator in relazione all’Aumento di Capitale e gli stessi non saranno responsabili di fornire a nessun soggetto tutele né consulenza in relazione all’Aumento di Capitale, al contenuto del presente comunicato o a qualsiasi operazione, accordo o altra questione cui si faccia riferimento nel presente documento. I joint global coordinator agiscono esclusivamente per la Società e per nessun altro in relazione all’Offerta. I joint global coordinator non considereranno nessun altro soggetto come loro rispettivo cliente in relazione all’Offerta e non saranno responsabili nei confronti di nessun altro che non sia la Società per la protezione offerta ai loro rispettivi clienti, né per la consulenza in relazione all’Offerta, al contenuto del presente annuncio o a qualsiasi operazione, accordo o altra questione a cui si fa riferimento nel presente documento.

In relazione all’Offerta dei Diritti di Opzione e delle Nuove Azioni, i joint global coordinator e i rispettivi affiliate, possono, agendo a titolo di posizione principale ed esclusivamente in tale veste, detenere, esercitare, acquistare o vendere per conto proprio una porzione dei Diritti di Opzione e/o delle Nuove Azioni e/o di titoli della Società o investimenti correlati e possono offrire o vendere tali titoli o altri investimenti, purché tali operazioni non siano correlate a nessun servizio fornito dai joint global coordinator alla Società nel contesto dell’Offerta. Inoltre, i joint global coordinator e i rispettivi affiliate possono concludere accordi di finanziamento (inclusi swap, warrant o contratti per differenza) con investitori in relazione ai quali i joint global coordinator e le loro affiliate possono di volta in volta acquisire, detenere o cedere diritti o nuove azioni. I joint global coordinator non intendono divulgare l’entità di tali investimenti o operazioni se non in ottemperanza a eventuali obblighi di legge o regolamentari in tal senso.