Inter-Napoli, il premier Conte: «Sospendere anche manifestazioni sportive»

0

Il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, sta tenendo la conferenza stampa di fine anno e ha voluto dedicare un pezzo a Inter-Napoli, partita di mercoledì che ha visto scontri fuori dal Meazza, che hanno portato alla morte di Daniele Belardinelli, e cori discriminatori puniti ieri dal Giudice Sportivo (vedi articolo). Il suo atteggiamento è di forte condanna e non esclude la volontà di sospendere le manifestazioni sportive.

Queste le parole di Giuseppe Conte: «Sono rimasto molto costernato, francamente, di scoprire e non è la prima volta che lo facciamo che una manifestazione sportiva diventa l’occasione per scontri violenti, aggressioni incivili e in questo caso è scappato anche il morto, nel corso di questa colluttazione un tifoso è rimasto ferito e poi è deceduto. Ritengo anche molto gravi i cori razzisti e le espressioni incivili nei confronti di etnie, razze e così via. Per quanto riguarda la decisione di sospendere la mia posizione personale, però non sono dentro a una complessa logica come quella del sistema sportivo, sarebbe senz’altro quella di dare un segnale forte. Ho visto che il sottosegretario Giancarlo Giorgetti ha espresso pari sensibilità, quindi per quanto mi riguarda se fosse possibile bisognerebbe dare un segnale di cesura forte rispetto a questi episodi, ricorrendo anche a una pausa delle manifestazioni sportive, di riflessione per tutti noi. Un segnale non sarebbe male, però lascio alle autorità competenti che direttamente seguono questo tema la valutazione, perché è mia abitudine studiare tutti i dossier e questo non l’ho studiato. Quello che posso dire da cittadino è che sono assolutamente inaccettabili questi comportamenti, e meriterebbero una severa reazione. Abbiamo una normativa molto efficace, contro la violenza negli stadi abbiamo una disciplina legislativa già particolarmente efficace, ma ne parlerò senz’altro col sottosegretario Giorgetti e valuteremo se è il caso di rafforzarla ulteriormente, se ci sono degli spazi senza scadere nell’over-ruling, perché quando si inaspriscono troppo le pene c’è il rischio di non applicarle».