Inter-Napoli, arrestato capo ultras Curva Nord a seguito degli scontri

0

A cinque giorni da Inter-Napoli continuano ad arrivare novità relative agli scontri avvenuti fuori dal Meazza, che hanno portato alla morte di Daniele Belardinelli: oggi è stato arrestato uno dei capi della Curva Nord.

Marco Piovella, capo ultras della Curva Nord dell’Inter, è stato arrestato quest’oggi a seguito degli scontri avvenuti lo scorso 26 dicembre tra via fratelli Zoia e via Novara a Milano, a circa un chilometro dallo Stadio Meazza, nell’immediato prepartita di Inter-Napoli. Come riporta l’ANSA la Procura di Milano e la DIGOS hanno definito l’arresto dopo aver raccolto elementi negli ultimi giorni attraverso indagini e interrogatori, con l’accusa di getto pericoloso di cose, lesioni, rissa aggravata e omicidio, quest’ultima perché potrebbe aver partecipato direttamente agli scontri nei quali è rimasto investito Daniele Belardinelli, morto la notte dopo la partita (è ancora in corso l’esame dei video per capire la dinamica dell’incidente). Piovella aveva a suo carico anche un DASPO, divieto di accesso alle manifestazioni sportive che sarebbe stato violato, ed è il quarto arrestato dopo i tre degli scorsi giorni per i fatti avvenuti a circa un’ora dal calcio d’inizio di Inter-Napoli, sarebbe ritenuto il responsabile dell’agguato effettuato ai tifosi del Napoli che ha dato il via agli scontri.