Grosskreutz coinvolto in una rissa e licenziato, si ritira

0

Settimana terribile per l’ormai ex centrocampista tedesco Kevin Grosskreutz: lunedì notte è stato coinvolto in una rissa con alcuni ragazzi (fra cui dei minorenni) ed è finito in ospedale. Oggi lo Stoccarda ha annunciato la rescissione del contratto e lui ha deciso di ritirarsi, almeno momentaneamente, dal calcio giocato.

Non poteva esserci momento peggiore per Kevin Grosskreutz. Il due volte vincitore della Bundesliga con il Borussia Dortmund e campione del mondo nel 2014 con la Germania ha annunciato oggi il suo ritiro, a seguito dei fatti avvenuti a inizio settimana. Lunedì notte ha preso parte a una rissa in strada a seguito di una serata in discoteca nel centro di Stoccarda, riportando svariate ferite alla testa a causa dei colpi subiti da ragazzi di età compresa fra sedici e diciannove anni. Ricoverato in ospedale per accertamenti Grosskreutz ha dovuto fronteggiare non solo i guai fisici ma anche la furia del suo club, lo Stoccarda (attualmente primo in 2. Bundesliga, la seconda divisione tedesca), che ha valutato il caso in questi giorni e oggi ha annunciato la rescissione del contratto, in quanto il ventottenne non è stato un modello per i compagni. In una conferenza stampa Grosskreutz ha dichiarato: «Ho commesso uno sbaglio, mi dispiace molto. Accetto le conseguenze e mi dispiace di aver chiuso così con lo Stoccarda. Ringrazio la squadra, lo staff e soprattutto i tifosi che mi hanno sostenuto in questi giorni». In aggiunta, fra le lacrime, ha fatto sapere di volersi ritirare dal calcio giocato per un periodo di tempo indeterminato: non è escluso che torni a giocare, ma per il momento la sua carriera è in standby. Grosskreutz chiude la sua esperienza con lo Stoccarda con ventotto presenze e un gol in un anno e due mesi di cui sedici in questo campionato, l’ultima il 17 febbraio nella vittoria per 1-2 in casa dell’Heidenheim. Attualmente era infortunato.