FIGC, Coverciano messo a disposizione per l’emergenza Coronavirus

0

La FIGC mette a disposizione il Centro Tecnico Federale di Coverciano per l’emergenza Coronavirus. Due zone potranno ospitare persone contagiate.

“Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, la FIGC mette a disposizione delle autorità fiorentine il Centro Tecnico Federale di Coverciano. La decisione del Presidente Gabriele Gravina è stata comunicata al Sindaco di Firenze Dario Nardella, che sta coordinando le attività sul territorio del capoluogo toscano. La FIGC, dopo aver già aperto le porte del Centro a un presidio dei Vigili del Fuoco, ha offerto la disponibilità della Casa delle Nazionali, in particolare l’albergo e l’Auditorium (ex palestra), per ospitare persone sottoposte a sorveglianza sanitaria e per allestire alcuni posti letto per i pazienti bisognosi di ricovero.

Coverciano, luogo iconico per il calcio mondiale, casa delle Nazionali azzurre, dell’Università del calcio con i suoi corsi per allenatori e dirigenti, centro di preparazione degli arbitri e della futura control room del VAR, nonché sede del Museo del Calcio Italiano, adesso è anche un simbolo dell’emergenza sanitaria.

«Il mondo del calcio sta mostrando grande sensibilità e forte senso di responsabilità – dichiara il Presidente della FIGC Gravina – siamo tutti scesi in campo contro l’emergenza, Federazione, Leghe, Club, calciatori e allenatori, raccogliendo fondi e amplificando i messaggi delle autorità governative. La salute è il bene primario che va tutelato, per questo la FIGC apre agli italiani in difficoltà il Centro di Coverciano. Ora non si gioca a calcio, per tornare a farlo vinciamo insieme la partita più importante contro il Coronavirus».

«Ringrazio Gravina e la FIGC per aver messo a disposizione l’intero complesso di Coverciano – sottolinea il Sindaco di Firenze Dario Nardella – grazie a questa collaborazione Firenze potrà fare leva su un vero e proprio villaggio socio-sanitario da utilizzare, in accordo con la ASL, la Società della Salute, e con il coordinamento operativo della Protezione Civile, in tempi rapidissimi per la quarantena e l’isolamento di pazienti che non richiedono cure intensive, ma che non possono rimanere al proprio domicilio».

Il Sindaco è già al lavoro con l’Assessore regionale Saccardi e l’Assessore comunale Vannucci per partire il prima possibile: «Coverciano, per la posizione isolata, per le strutture esistenti al suo interno e per la presenza di una foresteria di alta qualità, è ideale per fare fronte alle esigenze del sistema sanitario regionale. È bello pensare che la Casa azzurra si trasformerà nella Casa della solidarietà: un gesto bello del calcio italiano che ci fa sentire più uniti e orgogliosi che mai». Nardella rilancia poi una proposta avanzata nei giorni scorsi dal CT Roberto Mancini: «Mi piacerebbe che proprio qui a Firenze, quando tutto sarà finito, si possa giocare una partita di beneficenza per aiutare il nostro sistema sanitario tra la Nazionale italiana e una selezione dei migliori medici calciatori del Paese».

Anche l’Assessore regionale alla Sanità, Stefania Saccardi, e l’Assessore comunale alla Sanità, Andrea Vannucci hanno voluto ringraziare la FIGC: «È un gesto di grande generosità – le parole dell’Assessore Saccardi – rispetto per altro ad un luogo di grande qualità e di grande valore per tutti come il Centro Tecnico di Coverciano». «Questa operazione – le fa eco l’Assessore Vannucci – rafforza ulteriormente il legame tra Firenze e la Cittadella del calcio federale. È la dimostrazione della grande disponibilità della Federazione per far fronte all’emergenza, all’insegna della solidarietà. Firenze farà un buon uso della struttura»“.

[Fonte: figc.it]