Carlo Tavecchio è il nuovo presidente della FIGC

0

Con il 63.63% dei voti il presidente della Lega Nazionale Dilettanti batte Demetrio Albertini e succede a Giancarlo Abete come numero uno della Federcalcio. Il suo primo compito sarà quello di scegliere il nuovo commissario tecnico della nazionale.

 

E così alla fine ha vinto Opti Pobà. Nonostante un vistoso calo nei consensi a seguito dell’infelice battuta razzista sugli extracomunitari che mangiano le banane, nonostante una quasi unanime sfiducia da parte dell’opinione pubblica e nonostante tutta una serie di altre uscite poco condivisibili la candidatura di Carlo Tavecchio è risultata vincente, secondo le componenti della federazione è lui l’uomo giusto per imporre un cambiamento che il calcio italiano non può più prorogare. Vano l’ultimo tentativo nel weekend di quasi metà delle società di Serie A, capeggiate da Juventus e Roma, di chiedere il ritiro della candidatura di entrambi gli sfidanti, quest’oggi nella sede della FIGC il presidente della LND (che conta per il 34% nel voto generale, e anche su questo ci sarebbe da discutere) ha superato Demetrio Albertini al termine della terza votazione, dopo che nelle precedenti due non si era raggiunto il quorum necessario per l’elezione. Tavecchio, sponsorizzato da Claudio Lotito e dal presidente della Lega Pro Mario Macalli, è sempre rimasto sopra il 60% delle preferenze anche nei primi due scrutini (rispettivamente 60.2% e 63.18%), aumentando a ogni votazione il proprio consenso e dimostrando di voler lasciare alle spalle le polemiche che hanno accompagnato la sua campagna elettorale, scoppiando in lacrime a proclamazione avvenuta. Il settantunenne ex sindaco di Ponte Lambro, comune della provincia di Como, dovrà scegliere entro breve il nuovo CT dell’Italia (i favoriti sono Antonio Conte, Roberto Mancini e Alberto Zaccheroni) e avrà un compiuto piuttosto impegnativo, ossia quello di risollevare un calcio italiano sempre più in crisi e reduce da numerosi insuccessi: buona fortuna.

[Immagine presa da gazzetta.it]