Road to Brazil 2014. Parte il cammino degli azzurri!

0

Inizia domani sera il cammino degli azzurri verso il Mondiale del 2014. Girone da non sottovalutare (ci sono anche Repubblica Ceca e Danimarca) con diverse possibili insidie, tra cui il primo avversario dei ragazzi di Prandelli: la Bulgaria.

 

L’Italia di mister Prandelli, reduce dall’ottimo Europeo in Polonia e Ucraina, cerca i primi punti qualificazione del girone B in casa della Bulgaria. Si va verso la conferma del blocco juventino, sia per uomini che per modulo. Nel 3-5-2 che Prandelli ha provato in questi giorni sono infatti 7 gli uomini di Conte che dovrebbero partire dal primo minuto: il capitano Buffon tra i pali, Barzagli e Bonucci in difesa, Pirlo, Marchisio e Giaccherini a centrocampo e Giovinco in attacco. A completare i reparti saranno Ogbonna in difesa, De Rossi (entrambi recuperati) e Maggio a centrocampo mentre davanti il partner della “Formica Atomica” sarà Osvaldo, protagonista di un eccellente inizio di stagione.

La Bulgaria, che non avrà il “nostro” Bojinov e nemmeno Berbatov, che si è rifiutato di giocare indossare la maglia della nazionale, non è squadra da sottovalutare, specie a Sofia. Ovviamente non è la principale avversaria degli azzurri per il primo posto del girone (a quello ci pensano Repubblica Ceca e Danimarca) e non è nemmeno di basso livello come Malta o Armenia; proprio per questo la squadra di Panev potrebbe sottrarre punti preziosi a squadre più quotate di lei.

Prandelli ha puntato sulla condizione, convocando i giocatori apparsi più in forma in queste due prime settimane di campionato (in questo senso resta un mistero la chiamata di Giaccherini), richiamando in Nazionale Pazzini dopo una lunga assenza. È un’Italia giovane, carica e con voglia di dimostrare il suo valore e confermare gli ottimi risultati di pochi mesi fa ottenuti agli Europei.
L’augurio è che questo rinnovamento generale, non solo in nazionale, ma anche nel campionato di Serie A dando sempre più spazio e fiducia ai giovani, sia la rampa di lancio verso una nuova identità di squadra, ma soprattutto di nazione, che negli ultimi anni è stata sottovalutata (a ragione) in campo internazionale. Servirà un’Italia attenta, che non deve assolutamente sottovalutare gli avversari o pensare in anticipo alla partita di martedì contro Malta. Gli azzurri partono certamente favoriti nella sfida di domani sera contro i bulgari e si sa, che ben comincia è a metà dell’opera!
Forza azzurri!

Samuele Zaboi

immagine da www.fifa.com

LASCIA UN COMMENTO