I Bleus passano a Parma, Italia battuta 2-1

0

Amichevole di lusso a Parma, che ha visto contrapporsi due nazionali “nuove”, dai lineamenti ancora indefiniti e in cerca di un assetto tattico che riesca a garantire buoni risultati. Molte le nuove sperimentazioni del CT Cesare Prandelli.

 

FORMAZIONI 4-3-3 il modulo scelto da Didier Deschamps: Ribery, Giroud e Valbuena in attacco, accompagnati da Sissoko, Matuidi e Capoue a centrocampo. In difesa Evra, Sakho, Koscielny e Debuchy, mentre tra i pali confermato ancora una volta Hugo Lloris. Grande assente della serata Karim Benzema, fermo da 10 giorni per un problema al bicipite femorale.
L’Italia ha risposto con lo stesso modulo. Novità assoluta a centrocampo l’ex-pescarese Marco Verratti, in forza proprio nella squadra della capitale francese, affiancato da Montolivo e Marchisio. Nel settore offensivo particolare anche la scelta di El Sharaawy e Candreva ad accompagnare Mario Balotelli; ormai consolidata la difesa a quattro composta da Maggio, Barzagli, Chiellini e Balzaretti.

CRONACA La prima occasione arriva al decimo minuto di gioco, quando Balotelli –  servito da El Sharaawy – scarica a ridosso dell’area un potentissimo destro che si stampa all’incrocio dei pali. La Francia tenta di riprendere in mano il pallino del gioco, ma ne viene fuori mezz’ora di inutile possesso palla (degne di nota solo un paio di progressioni sulla fascia sinistra di Ribery).
La partita si sblocca al 34′, a seguito di una grande azione da parte degli Azzurri: gran passaggio di Barzagli a Balotelli, che di prima serve Montolivo. Il milanista riesce a dare palla al suo compagno di club El Sharaawy, che solissimo nell’uno contro uno riesce a battere Lloris.
1-0, ma i Blues sembrano non subire il colpo e aumentano sensibilmente l’intensità di gioco, ottenendo in soli due minuti il gol del pareggio: grandissima  azione solitaria di Valbuena, che riesce a saltare dalla sinistra Verratti e Barzagli per poi mettere a segno un grande tiro d’interno collo, che si insacca alle spalle di Sirigu.

SECONDO TEMPO Un cambio a testa nell’intervallo tra Italia e Francia, Bonucci per Barzagli e Réveillère per Debuchy, che però viene completato da tre ulteriori cambi a cinque minuti dalla ripresa: Florenzi per Marchisio, Giaccherini per Montolivo e Pirlo per Verratti. Svanisce così la possiblità di vedere i due registi insieme sul campo di gioco. L’Italia tenta così di riportarsi in vantaggio costruendo azioni veloci, ma le conclusioni non riescono ad impensierire il portiere francese.
Al 64′ cambia anche la Francia, con l’ingresso in campo dell’ex-romanista Jérémy Menez e di Bafetimbi Gomis. Cambi azzeccatissimi. È infatti grazie ad una progressione sulla sinistra di Menez – tre minuti dopo – che Evra riceve palla e, con un tiro deviato da Chiellini, fornisce la rocambolesca palla del 2-1 a Gomis.
La partita a questo punto si spegne, nonostante l’Italia sembri crederci ancora. Entrano Giovinco, Diamanti e Gourcuff rispettivamente per Candreva, per El Sharaawy e per il man of the match Valbuena.
La formazione offensiva degli Azzurri porta al 39′ una pericolosissima ripartenza condotta da Menez. che, dopo 60 metri di palla al piede, non riesce ad battere Sirigu.
Ultima palla gol della partita al 41′, quando un ottimo cross di Maggio dalla destra riesce a raggiungere Giaccherini liberissimo in area di rigore. Lo juventino colpisce in pieno la traversa. Da questo punto in poi, fino alla fine della partita la Francia riesce a difendere bene il risultato.

DICHIARAZIONI POST-PARTITANon meritavamo di perdere. Il 4-3-3 è un modulo completamente nuovo e non abbiamo ancora imparato tutti i movimenti. La coppia El Sharaawy-Balotelli? Mi è piaciuta” ha dichiarato Cesare Prandelli a fine partita. Soddisfatti anche El Sharaawy: “Sono contento del gol e della mia prestazione, ci tenevo a fare bene soprattutto contro una nazionale forte come la Francia. Balotelli è un grande giocatore e sicuramente non mi dispiacerebbe vederlo al Milan. Montolivo? Per noi (Milan n.d.r.) è stato un ottimo acquisto.” e Verratti: “So di dover migliorare ancora tanto, soprattutto in fase difensiva, ma sono fiero di indossare questa maglia. Giocare con Pirlo? Non lo abbiamo mai fatto e mi sembra una cosa difficile da realizzare

Continua la serie negativa di sconfitte in amichevoli degli Azzurri, che con oggi incrementa a 4. In particolare dopo 50 anni i Francesi sono ancora imbattuti in Italia.

TABELLINO Italia-Francia 1-2 (1-1 pt.)
Italia (4-3-3): Sirigu; Maggio, Barzagli (46′ Bonucci), Chiellini, Balzaretti, Montolivo (50′ Florenzi), Verratti (50′ Pirlo), Marchisio (50′ Giaccherini), Candreva (70′ Giovinco), Balotelli, El Shaarawy (73′ Diamanti). A disposizione: De Sanctis, Viviano, Astori, Peluso, Santon, Destro. All. Cesare Prandelli.
Francia (4-3-3): Lloris, Debuchy (46′ Reveillere), Koscielny, Sakho, Evra, Sissoko (46′ Tremoulinas), Matuidi, Capoue, (83′ Gonalons), Giroud (64′ Gomis), Valbuena (72′ Gourcuff), Ribery (64′ Menez). A disposizione: Mandanda, Landreau, Rami, Cabaye, Payet, Yanga Mbiwa. All. Didier Deschamps.
Arbitro
: Mallenco (Esp)
Ammoniti: 65′ Balotelli
Spettatori: 15.200

(Immagine da Corriere.it)

LASCIA UN COMMENTO