Un Del Piero tra i canguri: Ale è vicino alla firma con gli australiani del Sydney FC

0

Ancora poche ore e conosceremo il futuro di Alessandro Del Piero, che secondo le ultime indiscrezioni avrebbe raggiunto un accordo di massima con gli australiani del Sydney FC.

Dunque la carriera dell’ex numero 10 della Juventus continuerà in Oceania nella A-League australiana, dopo aver ricevuto in questi mesi numerose offerte che però sono state declinante gentilmente dallo stesso Del Piero che ha deciso (anche se manca l’ufficialità) di continuare la sua avventura calcistica nella “terra dei canguri”.

 

Nelle ultime ore si era parlato anche di un ultimo tentativo del Liverpool, che però non ha sortito l’effetto sperato e dunque i Reds vanno ad aggiungersi alla lista di club (Celtic Glasgow, Montreal, Sion, Arsenal, Tottenham su tutte) che nelle scorse settimane avevano mostrato interesse verso l’ex capitano bianconero. Dall’Australia arrivano notizie non ancora ufficiali, ma secondo la stampa e a detta anche del Presidente del Sydney FC Scott Barlow l’accordo ormai è imminente, e già domani Del Piero comunicherà la sua scelta attraverso una conferenza stampa che in molti aspettano tra la curiosità generale, e un interesse sempre concreto da parte dei suoi milioni di fan sparsi in tutto il mondo. Dunque quello con la Juventus del maggio 2011 come in molti pensavano, non sarà l’ultimo contratto stipulato dallo stesso Del Piero nella sua carriera, ma ci sarà ancora un capitolo da scrivere per “Pinturicchio” prima della conclusione della sua infinita storia d’amore con il calcio giocato. Dopo Lippi (emigrato in Cina, ndr), un’altro “pezzo storico” della società torinese, vola lontano dall’Italia per continuare una carriera che ha visto Alessandro Del Piero, sempre ai vertici del calcio mondiale grazie alla sua classe purissima e grazie anche ad un carattere che al di fuori del campo lo ha sempre visto come esempio di professionalità da seguire, come pochi ne rimangone al giorno d’oggi. La fumata bianca dunque è vicina, e presto anche nel continente oceanico potranno ammirare le giocate e la personalità di un ragazzo di 37 anni, (ne compirà 38 a novembre) che nell’ultimo ventennio ha deliziato l’intero pubblico calcistico fatto di vecchie e nuove generazioni, e raccolto applausi a scena aperta in moltissimi stadi non sono italiani, ma anche quelli sparsi in tutto il mondo. Dunque seguiremo con interesse le vicende dell’oramai prossimo “cangurino” con i fan australiani ,che a differenza di noi italiani potranno godersi ancora le magie del “Capitano” dal vivo, mentre qui a quasi qundicimila chilometri di distanza, saremo “costretti” a rivedere Alex solo attraverso una TV. E magari chissà che negli stadi  non ci scappi in pieno inglese un “How to play Del Piero”. Il grandissimo e idimenticato Maurizio Mosca insegna.

Per Spaziocalcio.it                Andrea Marcelli

LASCIA UN COMMENTO