Paulo Henrique Ganso firma per il San Paolo

0

Curiosa vicenda avvenuta qualche giorno fa in Brasile: Paulo Henrique Ganso, asso del Santos cercato da tempo dalle big Europee come Milan e Paris Saint Germain, si trasferisce al San Paolo per la modica cifra di 9 Mln che potrebbero salire a 12 con determinate clausole.Il Tricolor mette così a segno uno degli acquisti più costosi del calcio brasiliano.

 

Storia curiosa poichè il talento brasiliano, 23 anni ad ottobre, è stato più volte accostato al calcio europeo assieme al suo compagno di squadra Neymar.Storie diverse per i due brasiliani poiché mentre Neymar gode del privilegio di tenere in attesa Real Madrid e Barcellona che proveranno un definitivo assalto solo dopo il Mondiale di Rio nel 2014, Ganso non è riuscito a reggere alle pressioni esercitate su di lui complice anche uno status fisico abbastanza ballerino ed è finito così nel dimenticatoio europeo scegliendo così di rimanere in Brasile per almeno cinque anni.

Riflettendo dati alla mano possiamo notare che, in due anni, Paulo Henrique abbia deciso dapprima di rifiutare un timido assalto del West Ham nel 2010 fiutando, probabilmente, con largo anticipo la retrocessione degli Hammers.Nello stesso momento Ganso incantava con la maglia del Santos assieme al pupillo Neymar ed al Genoano Ze Eduardo consegnando ai bianconeri anche una Libertadores e collezionando i primi gettoni con la maglia Verdeoro.Da li il boom con continui interessamenti da parte del Milan, che lo aveva inquadrato come naturale erede di Pirlo, ed in seguito da parte del PSG di Leonardo, disposto a fare follie pur di regalarsi il brasiliano strappandolo ai rossoneri.

Dopo due travagliate stagioni che lo hanno visto ai margini della squadra per alcuni fastidi al ginocchio e dopo l’incolore prova con la nazionale olimpica ai Giochi di Londra, ecco la firma per il San Paolo che ha rilevato per 9 Mln la percentuale del cartellino del giocatore di proprietà del Santos senza acquistare il restante 55% diviso tra la DIS ed il giocatore stesso.Il San Paolo scommette così su ” l’Oca’ ” tentando di tirare a lucido un giocatore tutto sommato ancora giovane che potrebbe però non riuscire a misurarsi più col calcio europeo o, quantomeno, non per i prossimi 5 anni.

LASCIA UN COMMENTO