Alfaro saluta l’Italia alla ricerca di fortune negli Emirati Arabi

0

Calciomercato chiuso, sì in Italia. Infatti, negli Emirati Arabi c’è ancora tempo fino a domani per piazzare gli ultimi colpi last minute ed uno di questi è stato ufficializzato proprio in giornata: Emiliano Alfaro, punta uruguagia in forza alla Lazio, passa in prestito oneroso con diritto di riscatto all’Al-Wasl, ex squadra del “pibe de oro” Diego Armando Maradona.

 

Accordo raggiunto in questi giorni per un prestito annuale di 500.000€, con diritto di riscatto fissato a 3.5 milioni. Alfaro era giunto a Roma, sponda Lazio, lo scorso gennaio dopo esser “esploso” nel Liverpool Montevideo ed essersi guadagnato anche la maglia della gloriosa Celeste (nazionale, ndr); avrebbe dovuto essere il sostituto di una pedina altisonante come Cissé. Per lui una seconda metà di stagione impalpabile, nessuna prestazione degna di nota, nessun goal e quasi sempre entrato a partita in corso. In Italia non c’era più spazio per lui, dopo che le trattative con Chievo e Bologna erano sfumate e l’attaccante aveva rifiutato il Cesena perchè in Serie B; ci avevano provato dal Belgio, il Lokeren, ma anche lì l’italo-uruguagio non ha voluto saperne per via delle mediocrità della massima serie belga. Un altra stagione in biancoceleste, per lo più quest’anno dove il reparto offensivo abbonda di nomi, avrebbe significato fare l’ultima scelta anche dietro ai giovani primavera: non ha per niente convinto Petkovic.
Allora ecco la ricca occasione (in tutti i sensi): il campionato arabo non è certo quel prestigio, ma se non altro i giocatori vengono ben retribuiti dagli sceicchi ed, in caso di riscatto, la Lazio guadagnerebbe una notevole plusvalenza. Contente entrambe le parti, quindi.
Ora Alfaro dovrà dimostrare di valere con la casacca dell’Al-Wasl.

LASCIA UN COMMENTO