Trionfo azzurro al Barbera

0
Un Napoli spaccatutto annichilisce un Palermo che ancora è in ritiro estivo. Finisce 0-3 al Renzo Barbera, e la soddisfazione dei napoletani è tangente, non c'era maniera migliore per cominciare la stagione. E dire che in tanti avevano espresso commenti pessimisti in estate sulla squadra di Mazzarri, rea di aver perduto il suo tenore Lavezzi.
 

Ma sappiamo tutti che ormai la squadra partenopea è una garanzia, sia di gioco che di cattiveria agonistica. Ormai possiamo certamente dire che è una Big.
Ed è proprio quello dimostrato ieri sera contro i rosanero. Cinismo e aggressività come pochi.

Ma andiamo al resoconto della partita. Un Napoli che inizia col piglio giusto, Cavani macina metri come un forsennato, è chiaramente in ottime condizioni. Al 17' arriva il primo brivido per il Palermo, cross di Campagnaro, Insigne non arriva per un pelo. Al 30' grande punizione di Miccoli, ma De Sanctis è bravo ad opporsi. Dopo due minuti altra chance per il Palermo, Miccoli va vicino al vantaggio sfiorando il palo. Al 41' Cavani si divora un gol fatto a porta indifesa, sparando nella traversa il pallone servitogli da Maggio. Al 48' arriva il vantaggio azzurro: Maggio serve Hamsik che entra in porta e mette la palla all'incrocio.
Si chiude il primo tempo sull0 0-1. Alla ripresa parte subito bene il Napoli, invigorita dal vantaggio. Maggio scatenato! La partita si spegne un pò, Palermo inesistente in campo. Fuori Inler e dentro Vargas al 75'. Dopo quattro minuti il Napoli raddoppia con Maggio, a coronamento di una serata fantastica per l'ala azzurra. Palermo piegato, incapace di reagire. Quasi allo scadere arriva il tris del Matador, che colpisce di testa sull'assist di Vargas.

Finisce la partita al Barbera. Fischi per i rosanero, prendere 3 gol in casa alla prima di campionato non è sicuramente piacevole. Ottimo Napoli, propositivo, aggressivo e cinico quanto basta. Maggio e Hamsik i migliori. De Laurentiis non si può lamentare di questa squadra e di Mazarri, anzi…

LASCIA UN COMMENTO