Serie A 2017-2018, 5ª giornata: risultati e classifica

0

Primo turno infrasettimanale di Serie A che vede staccarsi l’Inter, fermata dal pareggio per 1-1 a Bologna: in testa alla classifica a punteggio pieno restano solo la Juventus e il sempre più inarrestabile Napoli (decima vittoria consecutiva in campionato contando anche la scorsa stagione). Larghe vittorie per Atalanta e Roma, anche se qui due gol se li fa da solo il Benevento.

BOLOGNA – INTER 1-1 32′ Verdi, 77′ rig. Icardi (I): leggi l’articolo sulla partita.

BENEVENTO – ROMA 0-4 22′, 52′ Džeko, 35′ aut. Lucioni, 74′ aut. Venuti: leggi l’articolo sulla partita.

ATALANTA – CROTONE 5-1 5′ Petagna, 25′ Caldara, 38′ Iličić, 63′, 74′ rig. A. Gómez, 70′ Tumminello (C): dilaga l’Atalanta contro il Crotone, il quale non può certo consolarsi col primo gol in campionato. Il migliore in campo a Bergamo è Josip Iličić, suo l’assist che permette a Petagna di segnare l’1-0 nonché il corner prolungato dal centravanti che permette a Mattia Caldara di raddoppiare da pochi passi sul secondo palo, poi lo sloveno si mette in proprio e dalla destra ne salta tre in dribbling accentrandosi per ritrovarsi davanti a Cordaz e batterlo con un mancino piazzato. Nella ripresa altro assist di Iličić sulla sinistra per Alejandro Gómez che prende la mira e fa poker nonostante il tocco del portiere, il Papu fa doppietta su rigore concesso per atterramento di Pavlović ai danni di Caldara, in mezzo c’era stato il punto della bandiera ospite con il classe 1998 Tumminello, un destro potente da appena dentro l’area. I nerazzurri farebbero anche il sesto, con Orsolini, ma il VAR annulla per leggero fuorigioco.

CAGLIARI – SASSUOLO 0-1 59′ rig. Matri: due rigori fanno vincere il Sassuolo, anche se solo uno va a segno, e cade alla seconda partita l’imbattibilità del Cagliari alla Sardegna Arena. Sugli sviluppi di una punizione fallo di Pavoletti su Matri ma la battuta dell’attaccante neroverde è centrale e Cragno respinge di piede, il problema per i rossoblù è che all’ora di gioco, dopo che Farias si divora di testa l’1-0 spedendo addosso a Consigli, il Sassuolo ottiene un altro calcio di rigore per fallo di Pisacane su Sensi, stavolta l’ex Matri batte Cragno ed è 0-1.

GENOA – CHIEVO 1-1 62′ Laxalt, 73′ Hetemaj (C): il Genoa sogna una vittoria scacciacrisi ma il Chievo impone il pareggio al Ferraris. Succede tutto nella ripresa, poco dopo l’ora di gioco Laxalt raccoglie un pallone respinto coi pugni da Sorrentino e col sinistro supera l’incerto portiere ospite, i gialloblù ritrovano il pareggio con imbucata di Castro a liberare Hetemaj il cui pallonetto in scivolata scavalca Perin.

JUVENTUS – FIORENTINA 1-0 52′ Mandžukić: leggi l’articolo sulla partita.

LAZIO – NAPOLI 1-4 29′ de Vrij (L), 54′ Koulibaly, 56′ Callejón, 59′ Mertens, 92′ rig. Jorginho: leggi l’articolo sulla partita.

MILAN – SPAL 2-0 26′ rig. R. Rodríguez, 61′ rig. Kessié: leggi l’articolo sulla partita.

UDINESE – TORINO 2-3 9′ Belotti, 30′ aut. Hallfreðsson, 48′ rig. De Paul (U), 67′ Ljajić, 75′ Lasagna (U): Torino vittorioso in una partita dalle difese allegre, soprattutto quella dell’Udinese. Vantaggio granata in avvio, Ljajić calcia da fuori e Scuffet respinge malissimo, arriva Belotti che ringrazia e trasforma. Lo stesso centravanti alla mezz’ora per due volte cerca il cross contrastato da Hallfreðsson, la seconda volta però l’islandese indirizza il pallone verso la propria porta ed è sfortunatissimo perché infila Scuffet in mezzo alle gambe. L’Udinese la riapre con un rigore per fallo di N’Koulou su Jankto trasformato da Rodrigo de Paul ma gli ospiti rimettono due gol di vantaggio grazie a Ljajić, che cerca e trova lo spazio per il destro in mezzo a un paio di avversari. Su tiro di De Paul Lasagna devia di petto e fa 2-3, nell’ultima azione i bianconeri potrebbero anche pareggiare ma Ansaldi salva su tentativo a botta sicura di Jankto.

VERONA – SAMPDORIA 0-0: secondo 0-0 stagionale per il Verona, ma pur muovendo la classifica i problemi non sono certo risolti. Nella ripresa la Sampdoria va più volte vicina al vantaggio, Heurtaux salva sulla linea su colpo di testa di Ramírez col portiere fuori causa, Nicolas poi fa due miracoli su Caprari e Ramírez e all’ultimo secondo, su cross di Murru, Duván Zapata lo scavalca ma ci pensa Caracciolo a negargli lo 0-1 con una respinta provvidenziale.

CLASSIFICA

Napoli 15
Juventus 15
Inter 13
Milan 12
Torino 11
Lazio 10
Roma 9 *
Sampdoria 8 *
Atalanta 7
Fiorentina 6
Cagliari 6
Chievo 5
Bologna 5
Sassuolo 4
SPAL 4
Udinese 3
Genoa 2
Verona 2
Crotone 1
Benevento 0

* una partita in meno

PROSSIMO TURNO

Roma – Udinese sabato 23 settembre ore 15
SPAL – Napoli sabato 23 settembre ore 18
Juventus – Torino sabato 23 settembre ore 20.45
Sampdoria – Milan domenica 24 settembre ore 12.30
Cagliari – Chievo domenica 24 settembre ore 15
Crotone – Benevento domenica 24 settembre ore 15
Inter – Genoa domenica 24 settembre ore 15
Verona – Lazio domenica 24 settembre ore 15
Sassuolo – Bologna domenica 24 settembre ore 18
Fiorentina – Atalanta domenica 24 settembre ore 20.45

[Immagine presa da facebook.com]