Serie A 2016-2017, 32ª giornata: risultati e classifica

0

Il primo derby di Milano giocato alle ore 12.30 nella storia del campionato di Serie A si chiude con un incredibile pareggio del Milan al 97′ con Cristián Zapata, che tiene i rossoneri davanti all’Inter. Nel turno del sabato di Pasqua la Juventus aumenta di due punti il suo vantaggio sulla Roma, fermata in casa dall’Atalanta e ora braccata dal Napoli, in coda fondamentale successo dell’Empoli.

INTER – MILAN 2-2 36′ Candreva, 44′ Icardi, 83′ Romagnoli (M), 97′ C. Zapata (M): leggi l’articolo sulla partita.

CAGLIARI – CHIEVO 4-0 11′ Borriello, 15′ Sau, 40′, 90′ João Pedro: Cagliari dilagante contro un Chievo ormai già in vacanza. Subito in vantaggio i sardi con tiro dal limite di Tachtsidis respinto da Seculin e ribadito in rete da Borriello, al quindicesimo centro in campionato, al quarto d’ora torna al gol Marco Sau con un gran doppio dribbling in area a mettere a sedere Cesar e sinistro a incrociare. Sempre nel primo tempo Meggiorini colpisce un palo e João Pedro fa 3-0, a seguito di una parata di Seculin su tiro-cross di Ioniţă. Nel finale pessima gestione del portiere gialloblù, su tocco di Cesar da terra azzarda un dribbling e perde palla, per João Pedro è facile fare doppietta. Qualche minuto per Roberto Colombo, terzo portiere del Cagliari che a fine stagione dirà addio al calcio giocato.

FIORENTINA – EMPOLI 1-2 37′ El Kaddouri, 64′ C. Tello (F), 93′ rig. Pasqual: l’Empoli vince il derby toscano e torna tranquillo per la salvezza ma la partita è pesantemente segnata da orrori arbitrali. Dopo un gol fallito malamente da Maxi Olivera, che alza troppo su tiro di Chiesa respinto da Skorupski, gli ospiti vanno avanti ma è irregolare la posizione di Thiam, sul cui cross Tătăruşanu respinge malissimo ed El Kaddouri mette dentro. Anche il pareggio è viziato da un fuorigioco, di Borja Valero che controlla in area e non riesce a concludere ma ce la fa Cristian Tello complice una deviazione, da qui in avanti le occasioni migliori sono di marca viola, finché al 90′ Pucciarelli entra in area e cicca il tiro contrastato da Borja Valero, ma incredibilmente Mazzoleni dopo aver fatto segno di proseguire indica il calcio di rigore commettendo l’ennesimo scempio del pomeriggio. Dal dischetto trasforma Manuel Pasqual, ex di giornata, al fischio finale l’arbitro espelle Kalinić per proteste.

GENOA – LAZIO 2-2 10′ Simeone, 45′ +2′ Biglia (L), 78′ Pandev, 91′ Luis Alberto (L): Ivan Jurić torna con un punto, ma il Genoa si fa riprendere nel recupero di entrambi i tempi. Vantaggio rossoblù con il ritorno al gol di Giovanni Simeone, che di testa su cross da sinistra batte Strakosha e mette fine a un digiuno che durava dalla terza giornata del girone di ritorno. Nel recupero del primo tempo l’arbitro giudica volontario un tocco di mano di Burdisso e assegna un calcio di rigore che in realtà non pare esserci, dal dischetto Lamanna para su Biglia ma l’argentino segna sulla respinta. Il grande ex di giornata Goran Pandev al 78′ riporta avanti il Genoa deviando sotto le gambe di Strakosha un cross di Lazović ed esulta tanto, più per rivalsa nei confronti della dirigenza della Lazio (visto come si era lasciato a dicembre 2009) che per aver messo fine a quasi tre anni senza segnare in Serie A (Napoli-Cagliari del 6 maggio 2014). Nel recupero succede tantissimo, prima Luis Alberto con un bel tiro da fuori trova il 2-2 e la sua prima firma in Serie A, poi Milinković-Savić di testa sfiora il 2-3 e sull’ultimo pallone al 97′ Pandev si fa parare la conclusione da Strakosha e ribatte sul fondo.

PALERMO – BOLOGNA 0-0: fischi e contestazione per il Palermo, che stavolta non perde ma comunque vede la salvezza allontanarsi in maniera ragionevolmente definitiva. Il Bologna rimane in dieci a primo tempo per l’espulsione diretta di Pulgar (qualche parola di troppo all’indirizzo dell’arbitro Banti) ma rischia di passare in vantaggio in contropiede con Di Francesco, che si fa metà campo in solitaria ma tira addosso a Fulignati. Incredibili le occasioni fallite dalla squadra del debuttante Bortoluzzi, prima Lo Faso serve Diamanti a porta vuota e il trequartista liscia, poi Sallai da ottima posizione spreca mandando fuori.

PESCARA – JUVENTUS 0-2 22′, 43′ Higuaín: leggi l’articolo sulla partita.

ROMA – ATALANTA 1-1 22′ Kurtić (A), 50′ Džeko: leggi l’articolo sulla partita.

TORINO – CROTONE 1-1 66′ rig. Belotti, 81′ Simy (C): si abbassano le speranze salvezza del Crotone pur avendo proseguito nella serie di risultati utili, vista la contemporanea vittoria dell’Empoli. Contro il Torino i calabresi vengono salvati più volte da Cordaz, che crolla solo quando l’arbitro assegna un rigore molto discutibile per contatto leggero e non apparso falloso tra Ceccherini e Belotti, a segno dal dischetto. I calabresi riescono a pareggiare a dieci minuti dal termine, su traversone lungo Hart esce a vuoto, Nalini rimette in mezzo e Simy anticipa Carlão (forse in gioco pericoloso).

SASSUOLO – SAMPDORIA 2-1 28′ Schick (SAM), 49′ Ragusa, 56′ Acerbi: il Sassuolo ribalta la Sampdoria e “vendica” la partita dell’andata, passata negli ultimi minuti da 0-2 a 3-2. Segna ancora una volta Patrik Schick, anche se di tutti i nove gol dell’attaccante ceco questo è il più fortuito, perché il tiro lo fa Silvestre da fuori e lui, peraltro con la mano, devia la conclusione del compagno cercando di non prendere il pallone in faccia. Nella ripresa i neroverdi guadagnano i tre punti, grande assist di Pellegrini per Ragusa che parte in solitaria dalla sinistra e batte Viviano, sette minuti dopo corner ancora dell’ex giocatore della Roma e colpo di testa vincente di Acerbi.

NAPOLI – UDINESE 3-0 48′ Mertens, 63′ Allan, 72′ Callejón: leggi l’articolo sulla partita.

CLASSIFICA

Juventus 80
Roma 72
Napoli 70
Lazio 61
Atalanta 60
Milan 58
Inter 56
Fiorentina 52
Torino 45
Sampdoria 45
Udinese 40
Chievo 38
Cagliari 38
Bologna 35
Sassuolo 35
Genoa 30
Empoli 26
Crotone 21
Palermo 16
Pescara 14

PROSSIMO TURNO

Atalanta – Bologna sabato 22 aprile ore 18
Fiorentina – Inter sabato 22 aprile ore 20.45
Sassuolo – Napoli domenica 23 aprile ore 12.30
Chievo – Torino domenica 23 aprile ore 15
Lazio – Palermo domenica 23 aprile ore 15
Milan – Empoli domenica 23 aprile ore 15
Sampdoria – Crotone domenica 23 aprile ore 15
Udinese – Cagliari domenica 23 aprile ore 15
Juventus – Genoa domenica 23 aprile ore 20.45
Pescara – Roma lunedì 24 aprile ore 20.45

[Immagine presa da facebook.com]

LASCIA UN COMMENTO