Roma sprecona, risultato clamoroso all’Olimpico

0

Partita emozionante, la Roma butta i tre punti. Il Bologna sorride e ringrazia.

Finisce con una sconfitta per i padroni di casa la partita tra Roma e Bologna, conclusa con un clamoroso 2-3 dopo i due gol nel primo tempo dei giallorossi. Roma sprecona che si era portata avanti al 6′ con un tap-in vincente di  Florenzi dopo che Totti dalla distanza aveva colpito un palo. Il 2-0 è arrivato poco dopo al 16′ con un bel tiro da fuori area di Lamela. Bologna inerme, statico e lento, prevedibile nel fraseggio non è mai riuscito a superare il centrocampo.

 

La Roma ha mostrato padronanza del terreno e una migliore forma fisica, un Totti così smagliante erano anni che non si vedeva:  tacchi, passaggi filtranti, tiri, dribbling, recuperi, un capitano in grande forma. Buoni anche i primi 45′ di Lamela, schierato nel tridente iniziale con Destro e Totti. Diamanti è l’unico del Bologna a mettere in difficoltà la retroguardia dei padroni, al 27′ ci prova con un tiro da fuori area dopo una bella serpentina, al 35′ Gilardino viene steso al limite dell’area da Castan ma Diamanti calcia sulla barriera. La Roma sembra subire ma riparte bene in contropiede con Tachtsidis al 35’ che infila Destro in posizione di fuorigioco ed il possibile 3-0 viene annullato dall’arbitro Guida. Al rientro dopo l’intervallo i ritmi di gioco si abbassano notevolmente, con un Bologna che tenta, senza risultato, di affacciarsi nell’area giallorossa e la Roma che comincia a specchiarsi. Pioli capisce che deve cambiare qualcosa e togliendo il nervoso Perez e Guarente, al loro posto Pazienza e Pulzetti. La partita si fa più dura ed i giallorossi collezionano troppi cartellini gialli, dopo i già ammuniti nella prima frazione Castan, Tachtsidis e Pjanic viene ammonito anche Balzaretti. Al 55’ Agliardi para un colpo di testa di Totti su corner con un intervento miracoloso. Al 69’ Zeman sostituisce Lamela e Pjanic per far posto a Lopez e Marquinho. E’ proprio un minuto più tardi che accade l’impensabile: Gilardino infila di testa Stekelemburg prendendolo in controtempo, Diamanti trova un diagonale dopo un’azione confusa. Risultato clamoroso all’Olimpico, 2-2. Zeman fa uscire immediatamente Piris dopo le incertezze mostrate soprattutto sul primo gol introducendo il giovane Marquinhos. La disfatta è dietro l’angolo; al 45’ Burdisso e Stekelemburg si scontrano e concedono il 2-3 al Bologna con Gilardino che segna a porta vuota. Pasticcio della retroguardia dei padroni di casa. Una Roma passiva, dopo il 2 a 0 si è allungata e ha conceduto troppi spazi al Bologna soprattutto nel secondo tempo; ha mostrato bel gioco e padronanza per più di 50 minuti. Dall’altra parte gli ospiti sempre più Diamanti dipendenti che hanno ”forse” ritrovato un vecchio goleador, Gilardino.

TABELLINO: ROMA-BOLOGNA 2-3

Roma (4-3-3): Stekelenburg; Piris (30′ Marquinhos), Burdisso, Castan, Balzaretti; Florenzi, Tachsidis, Pjanic (24′ st Marquinho); Lamela (24′ st Nico Lopez), Totti, Destro. A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Romagnoli, Taddei, Lucca, Tallo. All.: Zeman
Bologna (4-3-2-1): Agliardi; Motta (31′ st Garics), Antonsson, Cherubin, Morleo; Taider, Perez (1′ st Pazienza), Guarente (1′ st Pulzetti); Kone, Diamanti; Gilardino. A disp.: Curci, Lombardi, Carvalho, Abero, Sorensen, Pasquato, Gimenez, Acquafresca, Gabbiadini. All.: Pioli
Arbitro: Guida
Marcatori: 6′ Florenzi (R), 15′ Lamela (R), 27′ st e 46′ st Gilardino (B), 28′ st Diamanti (B)
Ammoniti: Perez, Morleo, Diamanti (B), Pjanic, Tachsidis, Castan, Balzaretti, Totti (R)

LASCIA UN COMMENTO