PROBABILI FORMAZIONI: Udinese – Juventus

0

Una sfida tutta bianconera andrà in scena domenica sera al Friuli di Udine. Un match ricco di elementi che contraddistinguono i match più elettrizzanti: la rabbia dell'Udinese, che sarà costretto a giocare l'Europa League dopo aver perso i preliminari di Champions ai rigori contro il Braga, tanti giovani pronti a fare la partita della vita, come Maicosuel (colpevole dell'eliminazione per un rigore maltirato), Faraoni pronto a un posto da titolare, Heurtaux e Willians chiamati in causa da Guidolin per questo impegnativo match. Dall'altra parte la voglia di riscatto di Matri, che sarà probabilmente messo da parte con l'integrazione in squadra di Bendtner, neo arrivato in casa Juve dall'Arsenal. La classica ansia da prestazione che preme sulle spalle dei campioni in carica comporrà l'elemento più grande di questa partita.

La formazione di casa guidata da Guidolin si schiererà con un 3-5-1-1 così formato: in porta Brkic. Difesa a tre composta da Coda, Danilo e Heurtaux. A centrocampo Basta e Pereyra sulle fasce, Faraoni, Willians e Pereyra formeranno il trio centrale. Là davanti il capitano Totò Di Natale verrà sostenuto da Maicosuel. Tra i non disponibili ci sono Pinzi e Paulo Barreto che dovrebbero essere già disponibili dalla prossima giornata.

Gli ospiti guidati da Antonio Conte (sostituito da Carrera in panchina) si schiereranno in un classico 3-5-2: in porta il capitano Gigi Buffon, in difesa i tre azzurri Bonucci, Barzagli e Chiellini. A centrocampo daranno spinta laterale Lichtsteiner a destra e Kwadwo Asamoah a sinistra. Centralmente giocheranno invece, Vidal, Pirlo e Marchisio. In attacco il duo Matri-Vucinic. Una formazione che rispecchia la stagione passata, senza nuovi innesti, se non quello di Asamoah. Si attende l'inserimento di Bendtner e la ripresa di Isla che tornerà disponibile dalla prossima giornata. Tra gli assenti anche Lucio indisponibile fino alla 9° di campionato, Pepe (3° giornata) e Padoin (6°).

Ad arbitrare il match sarà Paolo Valeri della sezione di Roma 2.

LASCIA UN COMMENTO