Pazza Roma, 2-4 al Marassi in rimonta

0

Posticipo pieno di gol quello dell’ottava giornata del campionato di Serie A:  finisce 2-4 il match tra Genoa e Roma, risultato clamoroso dopo che i padroni di casa si erano portati avanti di due lunghezze nei primi 20’ di gara. Due partite in una, due facce per entrambe le squadre.

 

Il Genoa parte fortissimo al 7’ con Kucka che, servito da Borriello, fa partire un bolide da fuori area che si insacca all’incrocio dei pali per l’incolpevole Stekelemburg. Al 15’ sono ancora i padroni di casa con Jankovic che raccoglie un cross di Borriello e coglie la traversa con una girata al volo, Antonelli recupera la sfera e la rimette in area sempre per Jankovic che da centro area insacca facilmente. La squadra di Zeman non è scesa in campo, i giallorossi sono lenti e impacciati, i padroni di casa ne hanno subito approfittato. Al 27’ ci pensa capitan Totti a rimettere in riga ed in corsa i suoi,  un tiro di destro dalla destra dell’area con palla indirizzata nell’angolino in basso a sinistra. La Roma torna in corsa 2-1. Il Genoa si impaurisce ed abbassa i ritmi di gioco, cercando molto di più il possesso della palla per addormentare il gioco. La Roma trova il pareggio con Osvaldo al 44’ con un bel tiro al volo su cross di Piris imbeccato dal solito Totti. Il primo tempo si conclude 2-2 con gli ospiti che prendono in mano la gara dopo lo shock iniziale. Nei successivi 45’ inizia una nuova partita: il Genoa arretra e rallenta, la Roma cambia marcia e mette paura ai padroni di casa. Al 54’ entra il vecchio pupillo di mister Zeman, Ciro Immobile. Al 55’ Osvaldo trova il gol del 2-3 con un colpo di testa su cross di Florenzi: doppietta personale che gli consente di raggiungere il secondo posto nella classifica capocannonieri con 5 reti. La rimonta è compiuta. Il Genoa ha perso le forze e sembra di non poter reagire, la Roma pressa e fa male e non permette ai padroni di superare il centrocampo. Al 83’ ci pensa Lamela a chiudere i conti con un tiro a giro di sinistro alla destra di Frey che non ci arriva, 2-4, partita chiusa. Seconda vittoria consecutiva e tre punti importanti per gli uomini di Zeman che addolciscono le polemiche di questi giorni su De Rossi ed Osvaldo. Nota di merito per il difensore brasiliano Castan, uno dei migliori in campo: difensore che non butta mai un pallone e che attacca l’area avversaria senza paura. Non fa passare una mosca.

IL TABELLINO

GENOA-ROMA 2-4
Genoa (4-4-2): Frey 5,5; Bovo 5, Granqvist 5,5, Canini 4, Moretti 5; Jankovic 6, Seymour 5 (17′ st Bertolacci 5), Kucka 6, Antonelli 5,5 (24′ st Melazzi 5,5); Jorquera 5,5 (8′ st Immobile 5,5), Borriello 5,5. A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Sampirisi, Tozser, Merkel, Piscitella. All.: De Canio 5,5.
Roma (4-3-3-): Stekelenburg 6; Piris 7, Marquinhos 6,5, Castan 7, Balzaretti 6,5; De Rossi 6, Tachtsidis 6, Florenzi 6,5 (32′ st Pjanic sv); Lamela 6,5, Osvaldo 7,5 (43′ st Bradley sv), Totti 7. A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Romagnoli, Taddei, Marquinho, Perrotta, Lopez. All.: Zeman 6,5.
Arbitro: Orsato
Marcatori: 7′ Kucka (G), 15′ Jankovic (G), 27′ Totti (R), 44′ Osvaldo (R), 10′ st Osvaldo (R), 38′ st Lamela (R)
Ammoniti: Seymour, Canini, Granqvist (G); De Rossi (R)
Espulsi: nessuno

LASCIA UN COMMENTO