Napoli, vittoria di rigore con la Sampdoria

0

Doveva essere vittoria, e vittoria è stata. Altri tre punti per la banda Mazzarri che si conferma ancora una volta come l'unica possibile antagonista della Juventus. Prestazione sottotono ma carattere da vendere per gli azzurri che con un rigore di Cavani conquistano 3 punti in quel di Marassi.

 

La Sampdoria comunque nei primi 45 minuti imbriglia tatticamente la manovra del Napoli. Hamsik e Pandev non si rendono quasi mai pericolosi, così come Cavani, quasi mai assistito a sufficienza. Nonostante l'assenza dei due bomber Maxi Lopez e Pozzi, la Samp cerca costantemente il gol, con il solo Eder in attacco. Il pressing attuato dalla squadra di Ferrara non permette il solito fraseggio ai centrocampisti del Napoli, costretti sempre al lancio lungo per le punte. Le migliori occasioni quindi arrivano da palla inattiva; Dopo appena due minuti Eder, su un perfetto corner di Estigarribia, non trova la deviazione vincente a pochi centimetri dalla porta difesa da De Santics.

Una partita ad alta tensione come dimostra l'ennesima espulsione di Mazzarri al 42° del primo tempo. Nella ripresa, la Samp continua la sua onesta partita, concedendo poco ma commettendo molti falli che irritano i partenopei. La pericolosità del Napoli comunque cresce grazie alle sortite offensive di Maggio e Zuniga che spingono molto.

La Samp non regge gli alti ritmi che aveva imposto nei primi 45 minuti e cala alla distanza. Hamsik infatti riesce ad incunearsi in area, atterrato poi da Gastaldello. Rigore ed espulsione per il difensore blucerchiato. Il fallo è nettissimo ma il contatto sembra avvenire fuori area. Per una conferma definitiva vi rimandiamo alla nostra moviola. Dentro o fuori, a Cavani non interessa e trasforma al 22° di un secondo tempo giocato decisamente meglio dai ragazzi di Mazzarri. Sesto gol in campionato dell' uruguaiano che si conferma sempre più leader tecnico e carismatico di questa squadra.

Nonostante comunque il gol subito e l'inferiorità numerica, la Samp continua a spingere per rimettere in sesto la gara, ma il Napoli resiste fino al fischio finale di Tagliavento. Ancora il " Matador " regala una vittoria agli azzurri, apparsi meno brillanti ma capaci di portare a casa tre punti d'oro in chiave scudetto. La Juve è avvisata, per il tricolore c'è anche il Napoli.

Risultato finale: Sampdoria-Napoli 0-1
Sampdoria (4-3-3): Romero 6; Berardi 6 (42' st Poulsen sv), Gastaldello 5, Rossini 6, Costa 6; Munari 6,5 (25' st De Silvestri 5), Krsticic 6, Obiang 6,5; Estigarribia 5,5, Eder 6,5, Soriano 6,5 (36' st Icardi sv). A disposizione: Berni, Falcone, Mustafi, Castellini, Renan. All.: Ferrara 6
Napoli (3-4-1-2): De Sanctis 6; Campagnaro 7, Cannavaro 6,5, Gamberini 6; Maggio 6 (46' st Mesto sv), Behrami 6, Inler 6, Zuniga 6; Hamsik 7 (39' st Dzemaili sv); Pandev 5 (20' st Insigne 6), Cavani 6,5. A disposizione: Rosati, Grava, Aronica, Fernandez, Donadel, El Kaddouri, Dossena, Vargas. All.: Mazzarri 6
Arbitro: Tagliavento
Marcatori: 22' st rig. Cavani
Ammoniti: Berardi, Obiang, Costa (S), Behrami, Cannavaro, Insigne (N)
Espulsi: 42' Mazzarri (tecnico del Napoli) per proteste; 21' st Gastaldello (S) per doppia ammonizione

LASCIA UN COMMENTO