Francesco Totti: “Non era un giocatore finito?”

0

Nonostante l'età avanzata il capitano è sempre decisivo!

 

Il prossimo 27 Settembre compirà ben 36 anni, ma nonostante questo il capitano della Roma risulta essere ancora fondamentale, ma soprattutto decisivo. Difatti in queste prime due partite di campionato della gestione Zeman, Francesco Totti ha contribuito fortemente. I tre ritiri di questa estate sono assolutamente serviti al capitano per rimettersi in forma, potenziare la propria forma fisica e mettere ossigeno, necessario per giocare le partite da 90 minuti.

Purtroppo, finora non è riuscito a sbloccarsi in zona gol, ma se continua cosi la sua prima realizzazione arriverà presto.

Da un giocatore, anzi un CAMPIONE con la C maiuscola possiamo aspettarci di tutto. Ora è a quota 215 gol in campionato e si appresta a raggiungere Meazza, che in questo momento è a +1. Non è riuscito a farlo l'altra sera a S. Siro contro L'inter, dove però ha collezionato due assist, prima per Florenzi e poi per Osvaldo.

La terza giornata della Serie A avrà luogo allo stadio dall'Ara contro il Bologna tra due settimane per via dello STOP, dovuto ai due impegni della Nazionale per le qualificazioni al prossimo Mondiale che si terrà in Brasile nel 2014.

 

Riconoscimenti e successi

Tra i riconoscimenti più prestigiosi attribuiti al capitano, ne fanno sicuramente parte gli undici Oscar AIC, capocannoniere con 26 gol nel campionato 2006-2007 che ha reso possibile la vincita della scarpa d'oro! Infine ricordiamo il Golden Foot ottenuto nel 2010.

Riguardo i successi da sottolineare il terzo scudetto romanista, conquistato nel campionato 2000-2001. Nello stesso anno la prima super coppa italiana. Nei campionati 2006-2007 e 2007-2008 le due coppe italia, seguite successivamente dalla seconda super coppa.

Il successo più importante, tuttavia, è quello della Coppa del Mondo, conseguito nel 2006 con la Nazionale guidata da Marcello Lippi.

LASCIA UN COMMENTO