Finalmente Roma! Poker giallorosso e Palermo asfaltato

0

Dopo le due sconfitte consecutive contro Udinese e Parma, la Roma ritrova il successo all’Olimpico. Il tridente Totti-Osvaldo-Lamela schianta il Palermo, sempre più vicino alla zona retrocessione. In gol anche Destro, espulso ed Ilicic.

 

E’ ritornata la Roma, quella vera. La banda di Zeman ritrova vittoria ed entusiasmo contro un Palermo nullo per tutti i 90 minuti. E dire che molti vedevano questa partita come il punto di non ritorno per il futuro della panchina di Zeman. il boemo zittisce tutti, continuando nelle sue scelte che, almeno questa sera, hanno pagato eccome! Fin dai primi minuti, la Roma carica a testa bassa. All’11’ infatti Totti trova il vantaggio: Piris, crossa al centro per il capitano giallorosso che di testa infila Ujkani. 4° gol in campionato per il numero 10 della Roma che con Zeman sta ritrovando una seconda giovinezza. Ma la Roma non è solo Totti, e si vede. Lamela infatti incanta l’Olimpico con una prestazione a tratti devastante. Tocchi di classe, velocità e numeri palla al piede da applausi a scena a perta. Non è da meno Osvaldo che al 30′, sfruttando un errore di Munoz che blocca il proprio portiere, trova il 2-0 infilando il pallone a porta vuota. Il tris potrebbe arrivare da Totti che nei minuti finali del primo tempo, calcia al volo un pallone che sfiora soltanto il palo. Si va quindi al riposo con una Roma spettacolare e divertente, capace di creare palle gol a raffica ma di peccare nella finalizzazione. Per Gasperini invece, c’è da mettersi le mani tra i capelli. La sua squadra è completamente in balia degli avversari, con Munoz disastroso su tutti i palloni che tocca.

La Roma continua a macinare gioco nel secondo tempo: Osvaldo al 13′, imbeccato da Totti in profondità, non trova il 3-0 a tu per tu con il portiere rosanero. Bastano però soltanto pochi minuti per il tris giallorosso. Totti, illuminante questa sera, smarca Tachtsidis che serve un pallone facile a Lamela che deve soltanto appoggiare in rete. 7° gol in campionato per l’argentino, sempre più fenomeno di questa squadra. Con il triplo vantaggio, Zeman fa entrare forze fresche in campo. Arriva quindi anche il momento di Destro che al 34′ trova il poker: Il solito Lamela smarca Destro che supera agilmente Ujkani e a porta vuota trova il suo primo gol con la Roma. Ingenuità però del giovane attaccante romanista che, già ammonito, sembra togliersi la maglia. De Marco, forse troppo fiscale, lo ammonisce ancora. Espulsione e ciao derby. Il gol della bandiera del Palermo arriva solo al 39′ con Ilicic che rende il passivo meno amaro.

Finisce tra gli applausi di tutto l’Olimpico una partita dominata dalla Roma che quando gioca palla a terra, è uno spettacolo unico da vedere. Le amnesie difensive rimangono ma questa sera il Palermo è stato veramente poca cosa per impensierire la retroguardia giallorossa. Con la sconfitta della Lazio, la Roma si avvicina ai cugini e domenica prossima avrà una grande occasione per sorpassare i biancocelesti. Il countdown al derby è già iniziato.

ROMA-PALERMO 4-1
Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Burdisso, Balzaretti; Bradley, Tachtsidis, Florenzi (26′ st Marquinho); Lamela (37′ st Pjanic), Osvaldo, Totti (28′ st Destro).
A disp.: Svedkauskas, Romagnoli, Castan, Taddei, Dodò, De Rossi, Perrotta, Lopez. All.: Zeman
Palermo (3-5-2): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Garcia; Morganella, Arevalo Rios, Kurtic (9′ st Kurtic), Barreto, Pisano (33′ Bertolo); Brienza (25′ st Dybala), Miccoli.
A disp.: Benussi, Mantovani, Viola, Milanovic, Zahavi, Giorgi, Labrin, Budan, Brichetto. All.: Gasperini
Arbitro: De Marco
Marcatori: 11′ Totti (R), 31′ Osvaldo (R), 24′ st Lamela (R), 36′ st Destro (R), 40′ st Ilicic (P)
Ammoniti: Pisano, Munoz (P), Burdisso (R)
Espulsi: 36′ st Destro per doppia ammonizione

LASCIA UN COMMENTO