Buona la prima in America: la Roma cala il poker. Tachtsidis subito in mostra.

0

 

Nel secondo giorno della tournee americana la Roma vince 4-0 contro lo Zaglebie Lubin.

Zeman soddisfatto in parte: “Tutto sbagliato nel secondo tempo”.

 

 

22 /07/2012, Chicago(USA), amichevole – La Roma vince, diverte e convince, in parte. Al Wrigley Field i giallorossi chiudono la pratica al primo tempo con quattro reti. Si presentano col solito 4-3-3 zemaniano ed un tridente composto da Bojan  e Lamela più esterni ed Osvaldo al centro. Subito in campo i neo acquisti Bradley, Castan e Tachtsidis. Dopo 40’’ Osvaldo sigla la prima rete su assist al bacio dello stesso Tachtsidis. Il greco poi, al 18’ si inventa un bellissimo pallonetto da fuori area per il due a zero. Seguiranno le reti di Lamela al 30’ e di Bojan al 43’. Nel secondo tempo entra Totti che coglie un palo nel finale di gara. Un’ ambiente inconsueto, quello americano, per chi è abituato a vedere i giallorossi tra le mura della capitale e dell’Olimpico, una tournee organizzata principalmente per diffondere il marchio negli States che prevederà l’amichevole di lusso contro il Liverpool mercoledì 25 Luglio. A fine partita Zdenek Zeman si concede ai microfoni di Tele Radio Stereo: “Il risultato per me conta poco – considerando anche il valore dei polacchi del Zaglebie Lubin – nel primo tempo abbiamo fatto bene cercando di creare gioco, nel secondo abbiamo sbagliato tutto, cercando giocate individuali”. Risponde poi alle domande sull’ottima prestazione di Tachtsidis: “Tachtsidis? Ha fatto bene ma per me può fare ancore di meglio”. Appuntamento quindi a mercoledì, dove la prova sarà sicuramente più impegnativa.

LASCIA UN COMMENTO