Trionfo Ajax nel Klassieker coi subentrati, 1-4 al Feyenoord

0

La partita più sentita in Eredivisie se la aggiudica l’Ajax: poker nel Klassieker in casa di campioni in carica del Feyenoord e sfida lanciata al PSV Eindhoven.

La prima sfidante del PSV Eindhoven per il titolo in Eredivisie è l’Ajax. Grande vittoria del club di Amsterdam nel Klassieker in casa del Feyenoord, un 1-4 che rilancia gli uomini di Marcel Keizer dopo un inizio stagione difficile e la doppia eliminazione dalle coppe europee. De Kuip ovviamente pieno ma primo tempo che non rispetta le attese, senza occasioni e con tantissimo nervosismo, i fuochi d’artificio arrivano tutti dopo l’intervallo: al 50’ errore in uscita di Amrabat, palla persa al limite dell’area e imbucata di Neres per Klaas-Jan Huntelaar, destro sotto l’incrocio dell’ex Milan e 0-1. Il Feyenoord reagisce con una sgroppata del difensore centrale Haps, che arriva fino in area e si fa stendere da de Ligt, calcio di rigore ma Onana para il tiro di Nicolai Jørgensen. Passano due minuti e l’attaccante danese, protagonista assoluto nella vittoria dello scorso campionato, si riscatta sfruttando un altro errore di de Ligt, gli ruba palla e la serve a Jens Toornstra che pareggia, momento positivo per i padroni di casa che poco dopo vanno pure vicini al 2-1 con un palo di Vilhena. Il finale però è tutto per l’Ajax, al 72’ Neres si porta a spasso Haps e dal fondo crossa per il tocco a centro area di Kasper Dolberg, entrato per Huntelaar e autore del primo gol in questa Eredivisie dopo un inizio di stagione negativo con tanta panchina, a due minuti dal termine terzo assist di David Neres per un altro subentrato, l’ex Siem de Jong che fa 1-3, e al 90’ lancio lungo di Viergever a pescare Dolberg, controllo di petto e tocco a battere per la quarta volta Jones. In mattinata il PSV Eindhoven ha battuto 3-0 l’Heracles e resta in testa con ventiquattro punti su ventisette disponibili, l’Ajax è secondo cinque punti dietro mentre il Feyenoord scivola al quarto posto a -8, superato dallo Zwolle.

[Immagine presa da twitter.com]