Simone Farina va all’Aston Villa. Sarà il nuovo Community Coach dei Villans

0

Nuova vita per Simone Farina, ex difensore del Gubbio, che rifiutò 200 mila euro per truccare una partita e denunciò il tentativo di imbroglio. Ora un ruolo tutto particolare lo aspetta nell’Aston Villa.

 

Community coach. È questo l’incarico che ricoprirà Simone Farina nella squadra di Birmingham. Il suo compito sarà quello di insegnare ai più giovani la lealtà sportiva, valore che lo ha indubbiamente riconosciuto in tutto il mondo calcistico, attraverso corsi di educazione che interesseranno possibili campioni futuri della Premier League.

Insignito del titolo onorario di Ambasciatore Fifa e dopo aver ricevuto la convocazione in Nazionale da parte di Prandelli, quest’estate Farina si era trovato disoccupato: il suo contratto con il Gubbio era scaduto e nessuna squadra si era interessata a lui, forse perché era un personaggio ancora troppo scomodo in questo nostro calcio che non è ancora del tutto sano.

Il timore che il suo nome e il suo gesto sparissero nel dimenticatoio era forte, ma questa chiamata dalla Premier League ha risollevato il trent’enne italiano, felice e motivato per questa nuova avventura.

In tutta questa storia dal lieto fine mi sento di segnalare una nota amara: ancora una volta il calcio estero si è dimostrato più efficace, sensibile e pronto ad accettare i cambiamenti. Fa indubbiamente riflettere (e deve far riflettere i vertici del nostro calcio) che la federazione e il calcio italiano nella sua totalità non siano riusciti a trovare una degna collocazione per un vero uomo di sport, facendo sì che ancora una volta l’Inghilterra (paese più volte indicato come modello, ma forse mai seguito veramente) ci abbia insegnato come si vive il calcio in modo corretto: dando risalto e importanza prima ai valori morali che a quelli economici.

Samuele Zaboi

Immagine da: www.avfc.co.uk

LASCIA UN COMMENTO