Real Madrid dominio totale: 2-0 al Barcellona e Supercopa de España

0

Il Real Madrid bissa la vittoria di tre giorni fa al Camp Nou e si assicura la Supercopa de España, la decima della sua storia. All’Estadio Santiago Bernabéu i campioni dell’ultima Liga si prendono anche il secondo Clásico stagionale battendo 2-0 il Barcellona, in una partita senza storia.

Anche senza Cristiano Ronaldo il Clásico è a senso unico. Il portoghese è in tribuna per scontare la prima di cinque partite di squalifica, ma il Real Madrid fa tranquillamente a meno di lui e demolisce il Barcellona, vincendo il secondo Clásico nel giro di tre giorni e assicurandosi la Supercopa de España, già virtualmente nella bacheca dei blancos da domenica notte. Dopo l’1-3 dell’andata era una partita che poteva cambiare poco gli equilibri, ma ha dimostrato come ci sia un’evidente distanza fra le due squadre, con quella di Zinédine Zidane (a proposito: settimo trofeo in un anno e mezzo da allenatore, numeri mostruosi) di gran lunga superiore rispetto ai blaugrana, distrutti dall’addio di Neymar e con tutte le loro lacune messe a nudo, perché non c’è stata alcuna reazione ed è stato un dominio clamoroso.

Il Real Madrid parte fortissimo, dopo un minuto potrebbe segnare Luka Modrić ma salva Umtiti, il difensore francese però al 4′ sbaglia intervento su una rimessa laterale e Marco Asensio raccoglie ai trenta metri per far partire un tracciante che si insacca sotto la traversa, 1-0 al 4′. Gol favoloso del giocatore già a segno all’andata e nella finale di Champions League, ma un po’ troppo spazio e ter Stegen immobile pur non essendo un tiro angolatissimo. Il Barcellona non ci capisce più nulla, Lucas Vázquez colpisce la traversa, al 39′ l’inevitabile raddoppio con cross basso di Marcelo dalla sinistra per Karim Benzema che elude l’intervento di Umtiti con lo stop e gira in rete senza grosse difficoltà, così si chiude un primo tempo a senso unico. La ripresa si apre con una traversa colpita da Lionel Messi, venti minuti dopo conclusione dell’argentino respinta da Keylor Navas e sulla ribattuta Suárez di testa manda sul palo, ma anche segnando questa facile occasione gli ospiti non avrebbero certo riaperto il match. L’uruguayano finisce toccandosi il ginocchio: dovesse essere un infortunio di un certo livello il Barcellona proseguirebbe nel suo inizio di stagione drammatico.

[Immagine presa da twitter.com]