Qualificazioni Brasile 2014: l’Italia batte 3-1 la Danimarca, Germania e Spagna buttano via la vittoria

0

Ultima giornata intera del 2012 per quanto riguarda le qualificazioni ai Mondiali del 2014: si riprenderà a fine Marzo, ma prima ci saranno due recuperi a metà Novembre. L’Italia ripete il punteggio con cui aveva battuto l’Armenia Venerdì scorso, ma a differenza della sfida di Yerevan stavolta il successo è più importante, anche perché è stato raggiunto giocando un tempo in dieci a causa dell’espulsione di Osvaldo. Incredibile quanto successo a Berlino (vedi articolo), con la Germania avanti 4-0 a mezz’ora dalla fine e raggiunta nel recupero dalla Svezia, stesso discorso per la Spagna che sbaglia un rigore nel primo tempo e poi subisce il gol del pari al 94′. Di seguito risultati e marcatori delle squadre europee e del girone sudamericano.

 

UEFA

GRUPPO A
Lewis Price regala la vittoria alla Croazia con un orrore sul primo gol di Mario Mandžukic e una respinta corta sul raddoppio di Eduardo, la Macedonia vince il derby dei paesi della ex Yugoslavia e inguaia Siniša Mihajlovic, la Scozia regge oltre un’ora ma poi crolla in seguito al colpo di testa di Benteke e allo splendido gol di Kompany.

Belgio-Scozia 2-0 69′ Benteke, 71′ Kompany
Croazia-Galles 2-0 27′ Mandžukic, 57′ Eduardo
Macedonia-Serbia 1-0 59′ rig. Ibraimi

CLASSIFICA: Belgio 10, Croazia 10, Serbia 4, Macedonia 4, Galles 3, Scozia 2

GRUPPO B
Gli azzurri di Prandelli si portano a più quattro sulla seconda, approfittando del pareggio tra Repubblica Ceca e Bulgaria. L’uno-due firmato dalla bella conclusione da fuori di Montolivo e dal colpo di testa di De Rossi sembravano aver messo la partita in discesa per l’Italia, ma il 2-1 di Kvist allo scadere del primo tempo e l’espulsione di Osvaldo a inizio ripresa avevano rimesso il risultato in bilico, ci ha pensato però Mario Balotelli su magistrale lancio di Pirlo a trovare il gol della tranquillità.

Italia-Danimarca 3-1 33′ Montolivo, 37′ De Rossi, 45′ +1′ Kvist (D), 54′ Balotelli
Repubblica Ceca-Bulgaria 0-0

CLASSIFICA: Italia 10, Bulgaria 6, Repubblica Ceca 5, Armenia 3, Danimarca 2, Malta 0 (Armenia, Danimarca, Malta e Repubblica Ceca una partita in meno)

GRUPPO C
Sembrava tutto facile per la Germania, avanti di tre gol all’intervallo (i primi due di Klose, che è arrivato a un solo gol da Gerd Müller, leader nelle marcature con la nazionale tedesca a quota sessantotto) e di quattro all’ora di gioco, ma nell’ultima mezz’ora accade l’impensabile e la Svezia è capace di rimontare lo svantaggio, anche grazie a un mezzo autogol di Neuer, pareggiando al 93′ con Elm e portando a casa un punto quantomai insperato. Larghe vittorie per Austria e Irlanda, con Trapattoni che salva la panchina.

Austria-Kazakistan 4-0 24′, 63′ Janko, 71′ Alaba, 93′ Harnik
Germania-Svezia 4-4 8′, 15′ Klose (G), 39′ Mertesacker (G), 56′ Özil (G), 62′ Ibrahimovic, 64′ Lustig, 76′ Elmander, 93′ Elm
Isole Fær Øer-Irlanda 1-4 46′ Wilson, 53′ Walters, 68′ A. Hansen (F), 73′ aut. P. Justinussen, 88′ O’Dea

CLASSIFICA: Germania 10, Svezia 7, Irlanda 6, Austria 4, Kazakistan 1, Isole Fær Øer 0 (Austria, Irlanda, Isole Fær Øer e Svezia una partita in meno)

GRUPPO D
Continua il percorso netto dell’Olanda, che vince con ampio scarto (viaggia a una media di tre gol a partita) anche a Bucarest, alle spalle dei tulipani il secondo posto se lo prende l’Ungheria che recupera lo svantaggio iniziale e batte la Turchia per 3-1.

Andorra-Estonia 0-1 57′ Oper
Romania-Olanda 1-4 9′ Lens, 29′ Martins Indi, 40′ Marica (R), 45′ +2′ rig. Van der Vaart, 86′ Van Persie
Ungheria-Turchia 3-1 22′ Erdinç (T), 31′ Koman, 50′ Szalai, 58′ rig. Gera

CLASSIFICA: Olanda 12, Ungheria 9, Romania 9, Turchia 3, Estonia 3, Andorra 0

GRUPPO E
Sorprendente il successo dell’Albania contro la più quotata Slovenia, la Svizzera consolida la leadership nel girone vincendo in Islanda.

Albania-Slovenia 1-0 36′ Roshi
Cipro-Norvegia 1-3 42′ Aloneftis (C), 44′ Hangeland, 81′ rig. Elyounoussi, 83′ King
Islanda-Svizzera 0-2 66′ Barnetta, 79′ Gavranovic

CLASSIFICA: Svizzera 10, Norvegia 7, Albania 6, Islanda 6, Slovenia 3, Cipro 3

GRUPPO F
Quarta vittoria su quattro partite per la Russia di Fabio Capello, che ancora non ha subito gol, ma stavolta per avere i tre punti bisogna aspettare i minuti finali e un rigore inesistente (fallo su Bystrov avvenuto fuori area). Male nuovamente il Portogallo, che va sotto contro l’Irlanda del Nord e riesce a pareggiare solo a dieci minuti dalla fine, nessun problema per Israele.

Israele-Lussemburgo 3-0 14′, 48′ Hemed, 36′ Ben Basat
Portogallo-Irlanda del Nord 1-1 30′ McGinn (N), 79′ Postiga
Russia-Azerbaigian 1-0 84′ rig. Shirokov

CLASSIFICA: Russia 12, Portogallo 7, Israele 7, Irlanda del Nord 2, Azerbaigian 1, Lussemburgo (Azerbaigian e Irlanda del Nord una partita in meno)

GRUPPO G
La Grecia vince lo scontro diretto in Slovacchia e mantiene la testa della classifica, alla pari con la Bosnia che batte facile la Lituania (gol del romanista Pjanic).

Bosnia-Lituania 3-0 28′ Ibiševic, 35′ Džeko, 41′ Pjanic
Lettonia-Liechtenstein 2-0 29′ Kamešs, 77′ Gauracs
Slovacchia-Grecia 0-1 63′ Salpingidis

CLASSIFICA: Bosnia 10, Grecia 10, Slovacchia 7, Lituania 4, Lettonia 3, Liechtenstein 0

GRUPPO H
Per sapere il risultato di Polonia-Inghilterra è stato necessario aspettare quasi ventiquattro ore in più del previsto: la partita, originariamente prevista per Martedì sera, è stata rinviata a Mercoledì pomeriggio a causa di un nubifragio che si è abbattuto su Varsavia rendendo impraticabile il campo, ma si sarebbe potuto giocare tranquillamente se il tetto dello stadio fosse stato chiuso in mattinata (non è stato possibile farlo dopo a causa della forte pioggia). Sul campo due gol di testa valgono l’1-1, con il granata Glik che pareggia il vantaggio di Rooney, anche grazie a un’uscita scellerata di Joe Hart. Primi gol nel 2012 per la Moldavia, che interrompe un digiuno lungo trecentosettantuno giorni al 71′ della gara contro San Marino, che era stata oltretutto l’ultima squadra battuta dalla squadra dell’est europeo. L’Ucraina è ufficialmente in crisi dopo la sconfitta casalinga contro il Montenegro.

Polonia-Inghilterra 1-1 31′ Rooney (I), 70′ Glik
San Marino-Moldavia 0-2 72′ rig. Dadu, 78′ Epureanu
Ucraina-Montenegro 0-1 45′ Damjanovic

CLASSIFICA: Inghilterra 8, Montenegro 7, Polonia 5, Moldavia 4, Ucraina 2, San Marino 0 (Montenegro, Polonia, San Marino e Ucraina una partita in meno)

GRUPPO I
Big match di giornata quello tra Spagna e Francia, con gli spagnoli avanti nel primo tempo con Sergio Ramos che sbagliano anche un rigore (Fàbregas si sostituisce al rigorista Xabi Alonso ma si fa parare il tiro da Lloris), nella ripresa molto meglio i Blues che trovano il gol del pari solamente a recupero ampiamente scaduto, grazie a un erroraccio di Juanfran che anziché spazzare manda in contropiede la Francia (e sì che alla Spagna sarebbe bastato mantenere il possesso, con corner a favore a venti secondi dalla fine) e Giroud in gol con un colpo di testa angolato.

Bielorussia-Georgia 2-0 6′ Renan Bressan, 28′ Dragun
Spagna-Francia 2-0 25′ Sergio Ramos, 94′ Giroud (F)

CLASSIFICA: Spagna 7, Francia 7, Georgia 4, Bielorussia 3, Finlandia 1 (Finlandia due partite in meno, Francia e Spagna una partita in meno)

CONMEBOL
Pesantissima nuova sconfitta per l’Uruguay, che con i quattro gol incassati a La Paz (tre nel primo tempo) diventa la peggior difesa del girone sudamericano, i primi tre gol arrivano su calcio piazzato con la difesa (e Muslera) immobile, Carlos Saucedo diventa l’eroe di giornata con una tripletta. L’Argentina soffre in Cile ma poi ci pensano Messi e Higuaín con due grandi giocate a dare i tre punti alla Selección. L’Ecuador si porta secondo da solo pareggiando in Venezuela mentre in coda si riprende il Paraguay con un 1-0 sul Perú ma rimane comunque ultimo.

Bolivia-Uruguay 4-1 6′, 51′, 55′ Saucedo, 26′ Mojica, 81′ Suárez (U)
Cile-Argentina 1-2 28′ Messi, 31′ Higuaín, 92′ F. Gutiérrez (C)
Paraguay-Perú 1-0 54′ P. Aguilar
Venezuela-Ecuador 1-1 6′ Arango, 24′ S. Castillo (E)

CLASSIFICA: Argentina 20, Ecuador 17, Colombia 16, Venezuela 12, Uruguay 12, Cile 12, Bolivia 8, Perú 8, Paraguay 7

[Immagine presa da datasport.it]

LASCIA UN COMMENTO