Viergever l’eroe per l’Ajax, Schalke 04 eliminato ai tempi supplementari

0

L’Ajax si qualifica alle semifinali di Europa League al termine di una battaglia memorabile. Lo Schalke 04 rimonta nella ripresa il 2-0 dell’andata e si porta pure sul 3-0 nel primo tempo supplementare, ma a dieci minuti dal termine il difensore Nick Viergever segna il gol in trasferta che riporta avanti gli olandesi e al 120′ Younes fa 3-2.

Dopo vent’anni l’Ajax è nuovamente nelle semifinali di una competizione europea. All’epoca fu eliminato dalla Juventus in Champions League, nella riedizione della finale di Roma di undici mesi prima anch’essa vinta dai bianconeri, stavolta non si sa ancora chi sarà l’avversario ma ciò che conta è il risultato e il fatto che sia arrivato quando ormai sembrava tutto sfumato, allo scadere di una partita dove più volte si sono capovolte le gerarchie e che ha visto più gol nei tempi supplementari che in quelli regolamentari. Lo Schalke 04 era infatti riuscito a ribaltare completamente il 2-0 di una settimana fa all’Amsterdam ArenA, prima facendo due gol in tre minuti a inizio ripresa e poi facendo pure il terzo al 101′ con Daniel Calgiuri, ma al momento di completare l’opera i tedeschi non sono riusciti a reggere fino al 120′, pur essendo in superiorità numerica dall’80’ per l’espulsione esagerata di Joël Veltman, e il difensore Nick Viergever (al secondo centro consecutivo, era andato a referto anche domenica in Eredivisie nel 5-1 all’Heerenveen, pareggiando la partita), in maniera pure sporca e fortunosa, ha gelato la Veltins Arena e i tifosi dello Schalke 04, che sognavano di rientrare in semifinale a sei anni da quella di Champions League. La squadra di Gelsenkirchen si ferma ancora una volta ai quarti della seconda competizione europea ai tempi supplementari e in casa, come avvenuto nel 1998 quando l’Inter vendicò con Taribo West la sconfitta in finale di un anno prima.

PRIMO TEMPO

Lo Schalke 04 parte fortissimo per cercare di dimezzare subito lo svantaggio e ci va vicino per due volte entro il 2′, dopo quaranta secondi Kolašinac mette bene in mezzo e Goretzka colpisce male da ottima posizione mandando a lato, passa un minuto e Burgstaller serve Meyer che dal limite piazza col destro colpendo il palo. L’Ajax lascia sfogare i tedeschi e comincia a creare qualcosa, al 13′ punizione da venticinque metri di Ziyech col sinistro bloccata da Fährmann, molto meglio l’occasione di metà tempo con un corner battuto sul secondo palo che rimbalza in area e Viergever in rovesciata impegna il portiere di casa, chiamato alla parata in due tempi. Lo Schalke 04 si fa notare di nuovo al 35′ quando Schöne perde banalmente palla e innesca il contropiede avversario, Goretzka corre sulla fascia destra e tocca a rimorchio per Meyer la cui battuta è alta, stesso esito per una conclusione di Bentaleb al 41′.

SECONDO TEMPO

Schöne aveva segnato al primo minuto del Klassieker contro il Feyenoord qualche settimana fa con una gran punizione e ci riprova al secondo della ripresa, la palla supera la barriera ma non Fährmann che devia in corner, opponendosi poi anche a un tiro di Bertrand Traoré al 51′ deviato da Nastasić. L’Ajax parte meglio ma lo Schalke 04 segna, ancora un contropiede con Leon Goretzka che avvia l’azione, serve Burgstaller e si fa rendere il pallone per calciare col destro, Onana è approssimativo e la partita si sblocca. Weinzierl subito dopo il gol mette Huntelaar (per Stambouli, un centrocampista) e viene immediatamente premiato, anche se l’ex di serata non entra nell’azione del raddoppio: Kolašinac mette in mezzo da sinistra, capitan Höwedes fa velo e Guido Burgstaller gira in rete il 2-0 che, nel giro di tre minuti, pareggia i conti con l’andata. Ajax abbattuto e quasi mandato definitivamente al tappeto, ora l’inerzia è tutta di marca tedesca, al 63′ su punizione di Meyer Höwedes di testa manda a lato. La gara diventa anche fisica, cominciano ad arrivare diversi cartellini anche se i due dati a Veltman nello spazio di otto minuti sono decisamente rivedibili e contestabili, fatto sta che all’80’ l’Ajax resta in dieci e deve difendere a oltranza quantomeno i supplementari, rischiando nel recupero quando al 91′ su punizione di Geis Caligiuri manda alto di testa e al 94′ l’ex Wolfsburg crossa dentro per la deviazione ravvicinata di Huntelaar parata in due tempi e in affanno da Onana.

TEMPI SUPPLEMENTARI

Solo Schalke 04 nel primo tempo e l’Ajax paga, al 99′ Geis da fuori dà solo l’illusione del gol ma al 101′ è tutto vero, ancora Kolašinac da sinistra arriva sul fondo e mette sul secondo palo, Daniel Caligiuri sovrasta di testa de Ligt e Viergever, Onana ancora non è perfetto ed è 3-0. Anche nel secondo tempo i tedeschi sembrerebbero in completo controllo della situazione, finché al 110′ Sánchez riesce a seguire Viergever che ha spazio per avanzare e calcia, Fährmann respinge e il rilancio finisce in fallo laterale, dalla battuta Tete mette in mezzo, un rimpallo favorisce ancora Nick Viergever che controlla bene ma si allunga leggermente la palla, Nastasić gli rinvia comunque addosso e segna in maniera per metà involontaria un gol comunque pesantissimo. Psicodramma a Gelsenkirchen, Weinzierl butta dentro Avdijaj (attaccante) ma dà tantissimi spazi per il contropiede, non lo sfrutta Ziyech al 115′ per un miracolo di Fährmann e Viergever al 116′ perché troppo stanco, ma al 120′ Ziyech pesca Amin Younes sulla sinistra, doppio dribbling del tedesco per rientrare verso il centro e tiro sul primo palo che spiazza Fährmann, è finita.

Festa dell’Ajax al termine di una partita incredibile, mentre i giocatori dello Schalke 04 si disperano. Domani alle ore 13 i sorteggi delle semifinali.

IL TABELLINO

Schalke 04 (4-2-3-1): Fährmann; Riether (112′ Avdijaj), Höwedes, Nastasić, Kolašinac; Stambouli (54′ Huntelaar), Bentaleb; Caligiuri, Goretzka (84′ Geis), Meyer; Burgstaller. Allenatore: Weinzierl
Ajax (4-3-3): Onana; Veltman, Sánchez, de Ligt, Viergever; Klaassen, Schöne (74′ van de Beek), Ziyech; Kluivert (61′ Dolberg), B. Traoré (82′ Tete), Younes. Allenatore: Bosz
Arbitro: Ovidiu Haţegan della federazione rumena (Şovre – Gheorghe; Ghinguleac; Petrescu – Colţescu)
Reti: 53′ Goretzka, 56′ Burgstaller, 101′ Caligiuri, 110′ Viergever (A), 120′ Younes (A)
Espulso: Veltman (A) all’80’ per doppia ammonizione
Ammoniti: Burgstaller, Kolašinac, Nastasić (S), Viergever, Ziyech (A)

[Immagine presa da twitter.com]

LASCIA UN COMMENTO