Champions League, le precedenti finali della Juventus

0
Il trofeo della Champions League

Meno cinque giorni alla finale di Champions League che vedrà contrapposte Juventus e Real Madrid. Iniziamo questo avvicinamento ricordando le finali della massima competizione europea disputate dai bianconeri.

La prima finale nell’allora Coppa dei Campioni arrivò per la Juventus guidata da Čestmír Vycpálek nella stagione 1972/1973, quando al Marakana di Belgrado si trovarono di fronte l’Ajax del calcio totale di Ştefan Kovács. I Lancieri, già vittoriosi la stagione precedente contro l’Inter, si imporranno grazie alla rete di Johnny Rep, firmata al 5′ del primo tempo, condannando alla sconfitta una squadra che schierava nella proprie fila Zoff, Capello e Bettega. Una nuova occasione per vincere la massima competizione europea arrivò dieci anni più tardi, quando la Juve di Giovanni Trapattoni affrontò l’Amburgo. Allo Stadio Olimpico di Atene, la Vecchia Signora venne di nuovo beffata nei minuti iniziali da Felix Magath, che sancì la sconfitta di una squadra composta in gran parte da giocatori vincitori ai Mondiali di Spagna del 1982. I bianconeri dovettero attendere il 29 maggio 1985, nella triste cornice dello Stadio Heysel, per alzare al cielo il primo trionfo in Coppa dei Campioni. Fu decisivo Michel Platini, che rimase freddo nel calciare il rigore ad inizio del secondo tempo che sconfisse il Liverpool di Joe Fagan.

Si giunse così alle tre finali consecutive giocate nel 1996, nel 1997 e nel 1998, sempre con Marcello Lippi in panchina. Allo Stadio Olimpico di Roma i bianconeri si vendicarono con l’Ajax, stavolta guidata da Louis van Gaal, nonostante il pareggio firmato da Jari Litmanen dopo che la Juventus era passata in vantaggio grazie a Fabrizio Ravanelli. Dagli undici metri gli uomini di Lippi furono perfetti e conquistarono la seconda Champions League della loro storia. La stagione successiva l’attacco era guidato da Alessandro Del Piero, Vieri e Zinédine Zidane, ma i bianconeri furono incredibilmente sconfitti dal sorprendente Borussia Dortmund di Ottmar Hitzfeld per 3-1, con la doppietta di Karl-Heinz Riedle ed il gol di Lars Ricken. L’ultima finale degli anni ’90 è datata 20 maggio 1998, all’Amsterdam ArenA il Real Madrid di Jupp Heynckes condannò i giocatori di Lippi grazie alla rete a metà della ripresa del montenegrino Predrag Mijatović in sospetta posizione di fuorigioco.

I precedenti degli anni 2000 in finale sono stati nuovamente negativi per la Juventus. Il 28 maggio 2003 andò in scena all’Old Trafford un tesissimo derby tutto italiano contro il Milan dell’ex Carlo Ancelotti e di Andriy Shevchenko. Il match terminò 0-0 dopo i tempi supplementari, ma ai calci di rigore prevalsero i rossoneri grazie alla straordinaria prestazione di Dida, che fu in grado di bloccare tre tiri avversari (Trezeguet, Zalayeta e Montero). L’ultima finale è naturalmente quella disputata due stagioni fa contro il Barcellona guidato da Luis Enrique ed eliminato in questa stagione ai quarti di finale. All’Olympiastadion i bianconeri iniziano contratti e finiscono sotto a causa della rete di Ivan Rakitić dopo una grande azione con Iniesta. Gli uomini di Allegri reagiscono nella ripresa e trovano il pareggio con Álvaro Morata, ma i blaugrana si dimostrano più forti e tornano in vantaggio con Luis Suárez, prima del sigillo definitivo di Neymar per il 3-1.

[Immagine presa da goal.com]