Napoli tra mercato e… Matador!

0

Settimana intensa per il Napoli, sotto molti punti di vista. La squadra, tenuta a rapporto da Mazzarri, corre veloce verso l’esordio casalingo, dove sarà di scena la lanciatissima Fiorentina di Montella,quando ci sarà tra l’altro il battesimo di fuoco per Insigne –presumibilmente titolare- davanti al suo pubblico.

 

Bigon dal canto suo è al lavoro, nelle febbrili ultime ore di calciomercato: con ogni probabilità arriverà l’esterno tanto atteso, sebbene i profili circolanti (Mesto su tutti) abbiano più il sapore del ripiego che del vero e proprio colpo; difficile che ci si imbatta in una punta, chiarito che Vargas rimarrà cercando di convincere il tecnico a concedergli maggior spazio. Sbarcato a Capodichino anche Uvini, prima di ripartire in prestito per la prossima destinazione, probabilmente Siena.
Il vero tormentone settimanale è tuttavia rappresentato dall’ultimo top player rimasto nel nostro cadente campionato, ripartito anche quest’anno con puntualità imbarazzante. Due gol in due partite ufficiali, Cavani continuerà almeno per un’altra stagione a solleticare sogni di gloria. Crollata, a quanto pare, la strenua resistenza contrattuale di De Laurentiis: el Matador percepirà attorno ai 5 milioni di euro annui, un ingaggio stellare in controtendenza con il tetto saldamente imposto dal presidente. Probabile poi- ma ancora da confermare- l’inserimento di una clausola rescissoria piazzata a 55 milioni, cifra enorme ma non irraggiungibile per sceicchi e petrolieri del nord europa.
Se il rinnovo di Cavani rilancia le ambizioni azzurre, il bilancio del mercato non può essere considerato pienamente positivo. Si ha l’impressione che a questo gruppo manchi davvero poco, peraltro in un contesto di mediocrità diffusa, per ergersi a vera antagonista della Juventus. In ogni caso la stagione che va dispiegandosi sarà il vero e proprio snodo della storia recente: un Napoli effettivamente competitivo per grandi traguardi costituirebbe il più valido argomento per trattenere i pezzi pregiati,e non solo. Vedremo.

LASCIA UN COMMENTO