Milan Anno Zero: Via i “senatori” ed i top player, rivoluzione rossonera

0

13 Maggio 2012, San Siro.
Ultima di campionato, il Milan affronta il Novara.

 

E' una sfida dal sapore particolare nonostante sia ormai ininfluente per le sorti del campionato.
Infatti sarà l'ultima partita con la maglia rossonera di parecchi giocatori che hanno fatto la fortuna e la storia del Milan vincendo tutto.
Danno l'addio Nesta, Zambrotta,Gattuso, Van Bommel ed Inzaghi.
Un vero "colpo al cuore" peri tifosi rossoneri dover dare l'addio a questi campioni…
In seguito anche Clarence Seedorf dopo alcuni "tentennamenti" dice addio alla squadra andando a"cercare fortuna" in Brasile.
Il Milan si trova, quindi, ad iniziare la nuova stagione con sei elementi di grande spessore ed esperienza in meno.
Vengono ufficializzati alcuni acquisti quali Montolivo, Traorè, Constant ed Acerbi…
Nessuno di questi nomi, tuttavia, riesce a soddisfare i tifosi che aspettano il gran colpo.
Verso la metà di gugno succede però l'inimmaginabile.
Da tempo circolavano voci inerenti aduna cessione "illustre" per andare a risanare il bilancio in rosso ormai da anni…
La società inizia una trattativa per la cessione di quello che probabilmente è il suo pezzo più pregiato: Thiago Silva.
La trattativa sembra conclusa, i tifosi sbottano e proprio quando tutto sembrava fatto ecco il "coupe detheatre".
Il 14 giugno Galliani annuncia che il difensore verdeoro resterà al Milan per volere del presidente Berlusconi, è considerato infatti "insostituibile" dal numero uno rossonero.
Qualche giorno dopo rinnova il contratto sino al 2017.
Gioia e giubilo tra i tifosi…Thiago resta!
Nonostante tutto però le voci sul suo passaggio al PSG non si placano ed anzi diventano ancora più "pesanti".
Il PSG infatti non sarebbe interessato al solo acquisto del forte difensore brasiliano ma anche a Zlatan Ibrahimovic, altra punta di diamante della squadra rossonera.
La squadra transalpina fa sul serio, forte dei milioni che lo sceicco Al Thani mette sul piatto…
Così nel giro di pochi giorni viene ceduto prima T.Silva (il 14 Luglio, un mese esatto dopo la sua"conferma") e qualche giorno dopo Ibrahimovic.
Il malumore tra i tifosi è a livellialtissimi, si sentono presi in giro dalle parole della dirigenza che li aveva assicurati sulla permanenza dei campioni in rosa.
Molti abbonati chiedono il rimborso (che verrà concesso dalla società rossonera) ed altri minacciano dilasciare lo stadio vuoto durante tutta la stagione a meno che i "big"ceduti non vengano sostituiti da giocatori di pari livello.
Ora sta al Milan decidere come "agire"sul mercato per far si che questo anno zero non si trasforminell'anno del ridimensionamento.

LASCIA UN COMMENTO