Ital-flop in Europa, cosa non va?

0

La settimana europea non si è ancora conclusa (questa sera andrà in scena l’ Europa League) ma, arrivati a metà strada della fase a gironi di Champions League, è interessante fare una somma dei risultati ottenuti dalle varie nazioni partecipanti. Il dato che emerge, ancora una volta, affossa sempre di più il nostro calcio.

 

Un Milan in crisi profonda, che perde a Malaga, sembra quasi non fare più notizia, considerando i valori tecnici espressi fin qui dai rossoneri. Per la Juventus invece, fa molta più notizia  il pareggio contro il modestissimo Nordsjaelland, l’ultimo di una lunga serie iniziata in Europa League. Da ben 8 gare infatti, i bianconeri pareggiano consecutivamente nelle manifestazioni europee. Se nemmeno il meglio che il nostro campionato ha da offrire riesce ad affermarsi oltre i confini dello stivale, bisogna riflettere attentamente sulla qualità della nostra Serie A. Lo scorso anno, nonostante un’Inter in crisi ed un Napoli versione “Cenerentola”, l’Italia aveva raccolto risultati nettamente migliori. Considerando questo inizio di stagione invece, la situazione appare drammatica.

Parlando solo di Champions League ed analizzando esclusivamente i risultati dalle 32 squadre partecipanti, si può facilmente intuire come l’ Italia sia all’ultimo posto di questa speciale graduatoria: Al primo posto, abbiamo la Spagna che con ben 4 squadre partecipanti, riesce ad ottenere 10 vittore e 2 sole sconfitte. Seguono a ruota Inghilterra e Germania (6 vittorie, 2 pareggi ed 1 sconfitta). Anche il Portogallo con 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte, ci supera, così come la Francia con 2 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta. Riesce a fare peggio di tutte l’ Italia con la miseria di una sola vittoria (quella del Milan contro lo Zenit ) ben 4 pareggi ed 1 sconfitta.

Paradossalmente, è riuscito a fare meglio della Juventus campione d’Italia, il Milan che nel suo girone nonostante la sconfitta di Malaga, ha ottime possibilità di passare agli ottavi. La realtà però rimane quanto mai negativa con un bottino fin qui raccolto decisamente magro di vittore.

La situazione non migliora di certo in Europa League, considerando i risultati ottenuti negli ultimi anni. Questa stagione però, sembra essersi invertita questa tendenza negativa: Fin qui infatti Udinese, Lazio ed Inter hanno rispettato i pronostici portando a casa ottimi risultati e (almeno fino a stasera) ancora imbattute. Discorso analogo non vale invece per la seconda forza del nostro campionato, il Napoli che al primo scontro con un avversario di valore come il PSV, ha perso sciaguratamente.

In questo momento i numeri, quanto mai freddi e crudeli, dicono che anche campionati di seconda fascia come quello francese e portoghese superano di gran lunga il nostro. Cosa fare quindi davanti a questo “pessimismo calcistico” ? Semplicemente, vincere.

LASCIA UN COMMENTO