Fair Play Finanziario, primi guai per 23 squadre

0

Il CFCB, l’Unità di indagine dell’organo UEFA per il controllo finanziario dei club, ha annunciato la sospensione temporanea dei premi di partecipazione per 23 squadre iscritte alle competizioni UEFA 2012/13. Trattasi del primo provvedimento per il mancato rispetto dei criteri di Fair Play Finanziario.

 

Secondo quanto previsto dai regolamenti UEFA, le società che partecipano alle competizioni UEFA 2012/13 devono fornire informazioni su eventuali pagamenti insoluti al 30 giugno 2012. Dopo l’ultima riunione ad agosto 2012, sono stati rilevato mancati pagamenti verso altri club e/o dipendenti e/o autorità sociali/fiscali in 23 casi.

Le società in questione sono:

FK Borac Banja Luka (BIH)
FK Sarajevo (BIH)
FK Željeznicar (BIH)
PFC CSKA Sofia (BUL)
HNK Hajduk Split (CRO)
NK Osijek (CRO)
Club Atlético de Madrid (ESP)
Málaga CF (ESP)
Maccabi Netanya FC (ISR)
FK Shkendija 79 (MKD)
Floriana FC (MLT)
FK Buducnost Podgorica (MNE)
FK Rudar Pjevlja (MNE)
Ruch Chorzów (POL)
Sporting Clube de Portugal (POR)
FC Dinamo Bucuresti (ROU)
FC Rapid Bucuresti (ROU)
FC Vaslui (ROU)
FC Rubin Kazan (RUS)
FK Partizan (SRB)
FK Vojvodina (SRB)
Eskisehirspor (TUR)
Fenerbahçe SK (TUR)

Verrà richiesto alle società un aggiornamento al 30 settembre 2012 per quanto riguarda i pagamenti insoluti verso altri club, dipendenti e autorità; il provvedimento resta in vigore fino al saldo totale dei pagamenti o fino a un verdetto definitivo dell’Unità aggiudicativa.
L’ Atletico Madrid, che nella scorsa stagione ha ricevuto 10,5 milioni di euro per la vittoria dell’Europa League, quindi potrebbe vedersi privato dei premi per l’ultimo trofeo vinto ovvero la Supercoppa Europea.

LASCIA UN COMMENTO